A spasso per... FormenteraHomepage


1 - Cosa vedere
       Le località principali
       Le bellezze naturali
       Le altre attrazioni 

2 - Informazioni utili
       Quando e come andare
       Come muoversi a Formentera
       Documenti, Moneta, Telefono, etc.

3 - Dove mangiare e dormire
       Consigli per i pasti
       Assaggiando la cucina spagnola
       Consigli per il pernottamento

4 - Alcune mete consigliate
       La Mola e le sue attrazioni
       Es Pujols e Sant Ferran
       Estany Pudent e Ses Salines

L



"M
eno turistica di altre isole delle Baleari, l'idilliaca isola di Formentera offre un rifugio tranquillo fra la natura, oltre alle sue meravigliose spiagge e alle loro acque cristalline che sono senza dubbio fra le migliori del Mediterraneo."


1- Cosa vedere: idee per un itinerario

Le località principali. Formentera è una delle isole abitate più piccole (83 km ²) delle Baleari, e si trova nel Mediterraneo a sud dell'isola di Ibiza. La bella Formentera si compone di due parti, separate da un ampio banco di sabbia. L'isola viene di solito visitata per l'isolamento e il silenzio che si possono trovare qui, in contrasto con la vicina Ibiza. Su ogni promontorio ci sono i fari che illuminano la notte, e per quanto si può vedere ci sono rocce di alte scogliere a picco sul mare. Formentera è una meravigliosa isola tranquilla per rilassarsi. Sant Francesc Xavier è il villaggio 'capitale' di Formentera e anche l'unico comune dell'isola, con poco più di mille abitanti. Ha una piazza, una chiesa-fortezza, un municipio e un gruppo di strade, oltre alle caratteristiche case con le pareti bianche. Ogni giorno in Sant Francesc è giorno di mercato-hippy. La gente in sandali e in gonne lunghe di cotone gira sulla piazzetta e fuma sigarette arrotolate. Bancarelle di souvenir vendono parei e gioielli fatti a mano. Formentera ha poche attrazioni culturali o storiche come musei, castelli, chiese o gallerie d'arte. Le sue attrazioni culturali comprendono alcuni siti megalitici, una strada romana, alcune torri di guardia (del 18° secolo), la chiesa con cappella del 18° secolo di Sant Francesc Xavier, un piccolo museo etnologico, alcuni villaggi come Es Pujols e San Ferran. L'isola è perfetta per andare in bicicletta, a piedi, praticare snorkeling e vela. Formentera offre calette riparate con spiagge appartate e un parco naturale marittimo, patrimonio dell'umanità dell'Unesco, che protegge oltre 10.000 ettari di terra e di mare e le belle spiagge. Le migliore spiagge, come ad esempio Migjorn, Illetes e Llevant, sono lunghe, lunghe distese di magnificenza, con sabbia bianca cremosa e acqua che abbaglia con perfetta chiarezza. La maggior parte delle spiagge di Formentera sono ufficiosamente nudiste. La spiaggia di Illetes, in particolare, è stata per decenni la spiaggia di moda dell'isola, alla quale molti venivano per escursioni in giornata da Ibiza dopo una notte nei club. Non vi è alcuna infrastruttura qui a parte una serie di ristoranti sulla spiaggia costruiti in legno. Senza docce, senza lettini, senza costumi da bagno, Illetes è vita da spiaggia per la gente che vuole mantenere le cose semplici per poi magari tornare allo yacht.

L

Le bellezze naturali. Meno turistica di Ibiza e Maiorca, l'isola idilliaca di Formentera offre un rifugio tranquillo per natura. La costa frastagliata e incontaminata è punteggiato da scogliere che scendono verso belle spiagge, molte delle quali godono di un ambiente appartato e ben protetto, ideale per il relax. Sitta in una tranquilla baia, la spiaggia di Pujols ha una vasto litorale di sabbia bianca e acque tranquille ideali per la balneazione e gli sport acquatici. Questa spiaggia ha anche una piacevole passeggiata dove la gente passeggia durante il giorno e la sera. Vicino alla città di Sant Francesc de Formentera e La Savina ci sono due spiagge fantastiche: la spiaggia di Llevant è una vivace scena di bagnanti, ristoranti e appassionati di sport acquatici. La spiaggia di Illetas è sita in una splendida posizione con vista mozzafiato sul mare e dell'isola di Ibiza. Altre isole piccole sono abbastanza vicine da raggiungere a nuoto. Aggiungendo fascino, l'area intorno a questa spiaggia non è stato ipersviluppata, il che trasmette un senso di tranquillità. Catalogato come Patrimonio mondiale dell'Umanità dall'UNESCO, il Parco Naturale di Ses Salines è una riserva naturale marittima che comprende l'area nord di Formentera (e quella sud di Ibiza) così come il canale di mare tra le due isole. La maggioranza (75%) del parco naturale si estende su acqua e rappresenta 9.000 ettari del parco rispetto a 2.838 ettari di terreno. Una caratteristica interessante è la distesa di praterie sottomarine con piante acquatiche che si trovano solo nel Mediterraneo. Questi ambienti sottomarini consentono a una varietà di pesci e altri organismi di prosperare. L'altro aspetto del parco è la terra ricoperta di macchia mediterranea, pini costieri e rara vegetazione di scogliera. I birdwatchers saranno deliziati dagli avvistamenti, con più di 200 specie diverse di uccelli che fanno la loro casa in questo parco. Ad esempio, fenicotteri, cavalieri d'Italia, gabbiani corsi, e la berta minore delle Baleari possono tutti essere individuati qui. Altre forme di vita animale si trovano in abbondanza, come lucertole, uniche specie autoctone di lumache, e coleotteri

L

Le altre attrazioni. Nel nord-ovest dell'isola, si trova la bella torre di La Gavina, costruita nel 1763 per scopi difensivi. La costruzione ha due piani più la piattaforma superiore. Dalla torre si può godere il magnifico panorama dell'isolotto di Es Vedrà e dell'isola di Ibiza. Ben più antico è invece il monumento funebre collettivo di Ca na Costa, le cui origini risalgono alla prima età del bronzo, fu probabilmente utilizzato tra il 2000 e il 1600 a.C. Si trova a nord di Formentera, tra il corpo di acqua noto come Estany Pudent e il centro turistico di Es Pujols. Scoperto nel 1974, ha dato un contributo importante alla storia di Formentera perché, fino ad allora, era opinione diffusa che i più antichi insediamenti umani risalissero all'epoca punica al massimo. Gli scavi hanno permesso di portare alla luce i resti di diverse persone e manufatti in ceramica e litici. Appena fuori del villaggio di El Pilar de la Mola, il mercato degli artigiani è il re dei mercatini hippy dell'isola, e un evento culturale per l'intera Formentera: gli hippies, i locali, gli italiani e il resto dei turisti si fermano a guardare. Ha una serietà e qualità che è sorprendente, ed è aperto il mercoledì e la domenica pomeriggio. Es Caló de Sant Agustí è una delle zone più caratteristiche dell'isola di Formentera: si tratta di un piccolo porto di pescatori, ed è stato uno dei primi centri dedicati al turismo. Da Es Calò inizia un percorso noto e suggestivo in salita fino a El Pilar de la Mola, chiamato il "percorso romano", perché aperto dai Romani al tempo della loro dominazione. Il sentiero, ben conservato, in boschi di pini e dotato di una splendida vista sulla costa, conduce ad un punto molto alto, Es Mirador, da dove si può ammirare un magnifico paesaggio di Formentera in tutto il suo splendore selvaggio. Da vedere per tutti coloro che vogliono una romantica passeggiata verso il tramonto. Nel punto più meridionale dell'isola, infine, c'è un bel faro lungo la strada che da Sant Francesc porta verso Cala Saona. Un tramonto al faro rappresenta un'esperienza mistica. Nel frattempo, si può letteralmente cadere nella grotta posta a lato del faro, e 'ri-emergere' di fronte a una vista mozzafiato sull'orizzonte  





2- Informazioni utili

Quando e come andare. Il clima di Formentera, la più meridionale e la più mite delle Isole Baleari, è di tipo mediterraneo, con inverni miti e abbastanza piovosi, ed estati calde e soleggiate. Le temperature massime sono in media di 30 °C ad agosto, il mese più caldo, di 26 °C a giugno e 28 °C a settembre. La primavera, da marzo a maggio, è mite, ma è un po' instabile, fino ad aprile o metà di maggio, quando le giornate ventose e piovose sono possibili, con un po' di freddo di notte. Formentera non è mai così affollata come le altre isole Baleari, quindi è una meta ideale anche in piena estate, quando le temperature raggiungono circa i 29 ºC. Luglio è il mese migliore. I turisti lasciano Formentera prontamente a metà settembre, dopo di che l'isola crolla in un torpore di bassa stagione, le sue spiagge sono deserte, bar e ristoranti chiusi e silenziosi; e l'isola ritorna nel pieno possesso di contadini e pescatori. L'autunno, da metà settembre a novembre, è piacevolmente caldo all'inizio, e poi gradualmente diventa più mite. Ci possono essere lunghi periodi di bel tempo, ma anche periodi di maltempo, con vento e pioggia. Formentera è una vera e propria isola, in quanto non dispone di un aeroporto ed è raggiungibile solo via mare. Questo rende l'arrivarci un po' più difficile e costoso. Tuttavia, le virtù di Formentera - il meraviglioso stato di conservazione, la tranquillità, etc - sono in gran parte dovute a tale isolamento. L'arrivo a Formentera è attraverso l'isola di Ibiza, che è facilmente raggiungibile in aereo o via mare da vari porti della penisola: Valencia, Denia e Barcellona. Durante l'alta stagione le barche della compagnia Baleària collegano il porto di Denia e quello di Formentera senza passare per l'isola di Ibiza. Una volta in Ibiza, ci sono varie società che gestiscono barche per raggiungere il porto di La Savina - l'unico via di ingresso e uscita dell'isola - che coprono il percorso ogni giorno della settimana, con frequenza diversa a seconda del periodo dell'anno. Ci vogliono 25 minuti a navigare tra il porto di Ibiza e La Savina, oltre i tanti isolotti situati tra le due isole: Espalmador, Penjats, Malvins, Porcs, etc.

L

Come muoversi a Formentera. Il sistema di trasporto pubblico a Formentera non copre tutta l'isola. Ciò è dovuto alla particolarità e alle dimensioni delle sue principali strade rurali. Biciclette e scooter sono il mezzo ideale di trasporto in un luogo dove nessuno va mai di fretta e le pendenze sono modeste. Questi sono a buon mercato e gli scooter sono facili da guidare. Quando si parcheggia, fiondate il casco sul manubrio e sarà lì quando torni. Vai da Cooltra per noleggiare scooter e da Electra sia per scooter e biciclette. Autobus regolari durante la stagione estiva vanno verso tutte le parti dell'isola dal porto, dove la maggior parte dei turisti arriva in traghetto, ma sono meno frequenti durante i mesi invernali. Normalmente partono ogni mezz'ora. Quando pianifichi il tuo viaggio in autobus, assicurati di controllare che l'autobus si ferma alla destinazione voluta, perché stranamente ogni bus ferma a fermate diverse. Il bus fa pagare una quota fissa di tra 1 e 2 €, indipendentemente da dove si arriva o si scende. È possibile pagare in contanti. Tutti gli autobus sono tourbuses, in modo da poter facilmente metere i bagagli in fondo al bus. Ci sono un sacco di posti di noleggio bici, ed alcuni hanno delle biciclette a partire da € 5 al giorno. Formentera è lunga circa 20 km, quindi un percorso in bicicletta all'esplorazione delle varie torri dei pirati collocate in alcuni dei luoghi più belli della costa sarebbe solo di circa 30 km e l'isola è piuttosto piatta. Formentera è attraversata da Circuitos Verdes, pittoresche passeggiate e piste ciclabili. Ci vogliono solo 25 minuti per attraversare in traghetto il tratto da Ibiza a Formentera. Un giro costa circa 45 € e ci sono traghetti ogni mezz'ora. I due operatori sono Trasmapi e Balearia. Potete noleggiare un taxi d'acqua con Hotfish per ammirare il meglio dello sport e dei ristoranti di snorkeling. Non è economico ma vale la pena per la flessibilità. L'opzione migliore, a causa della piccola superficie dell'isola, è di affittare uno scooter e muoversi lungo i suoi più di 20 km. di spiagge di sabbia bianca e acque cristalline. Noleggiate uno scooter a Formentera e visitate tutte le principali attrazioni: la magica spiaggia di Illetas, la spiaggia deserta di Mig Jorn, i fari con una vista infinita sul Mediterraneo o il belvedere dove si ha tutta l'isola di Formentera ai vostri piedi. Non possiamo arrivate ​​fino a questo punto per passare il tempo in attesa di autobus e taxi. In Spagna si può guidare una moto (fino a 125 cc) con la vostra patente auto, se l'avete da più di 3 anni.


Documenti, Moneta, Telefono, etc.  Poiché la Spagna fa parte dell'Unione Europea, grazie alla normativa Schengen non vi sono controlli di frontiera e per recarsi in questo Paese per un soggiorno massimo di 3 mesi è sufficiente essere muniti di una carta d'identità o di un passaporto in corso di validità. Assicuratevi che i bambini che viaggiano con voi abbiano ciascuno la propria carta d’identità o il proprio passaporto o che siano iscritti sul vostro, in modo che possano essere identificati in caso di necessità. Portando con voi la tessera sanitaria, in caso di necessità sarete curati gratuitamente dal locale Servizio Sanitario, o meglio, pagherete ma potete essere poi rimborsati. Poiché la Spagna fa parte dell'area Euro, la moneta ufficiale utilizzata è per l'appunto l'Euro, pertanto potete utilizzare le banconote e le monete italiane. Anche gli eventuali prelievi agli sportelli Bancomat forniranno, ovviamente, contante in tale valuta. Le carte di credito sono accettate quasi ovunque, mentre le banche sono aperte dal lunedì al venerdì con orario 9-14.00, ed il sabato con orario 9-13. Per telefonare dalla Spagna in Italia bisogna comporre +0039 seguito dal numero che si desidera chiamare, mentre per telefonare dall'Italia in Spagna bisogna digitare +0034 seguito dal numero telefonico senza lo "0" iniziale. Per chiamare in Italia, risulta conveniente usare una scheda telefonica prepagata, acquistabile presso un qualsiasi tabaccaio. Non vi sono problemi ad usare il cellulare, purché il telefonino sia abilitato dal vostro gestore telefonico al roaming internazionale. Per collegarvi a Internet, potete usare gli Internet cafè, che sono piuttosto diffusi specie nelle zone universitarie. Il voltaggio della corrente in Spagna è 230 V, ma le prese hanno due soli poli anziché tre quindi per utilizzare anche un semplice caricabatterie può servire un adattatore della spina, mentre il fuso orario è lo stesso dell'Italia




3- Dove mangiare e dormire
L

Consigli per i pasti. Una cosa è certa in Spagna, ed anche a Formentera: non si soffrirà la fame. Ci sono infatti ristoranti di ogni tipo, venditori di cibo e mercati alimentari un po' ovunque nei centri delle città. Si ha maggiore probabilità di mangiare bene nei posti frequentati dagli abitanti del posto rispetto a quelli destinati ai turisti. Pertanto, la regola generale per trovare i posti migliori per mangiare in Spagna è di andare nei ristoranti con menu solo in spagnolo. Per un pasto completo, meglio andare in un ristorante, magari specializzato nei gustosi frutti di mare, o in una più modesta trattoria. Se volete risparmiare, molti bar e alcuni caffè offrono l'opportunità di consumare qualcosa, ad esempio bocadillos (panini imbottiti), o anche di pasti completi in locali sul retro. Vi sono poi anche birrerie, taverne, snack bar e cantine dove si può mangiare. La Spagna è abbastanza a buon mercato: per il prezzo di circa 6 €, è possibile fare un pranzo di tre portate con pane e vino! Se vuoi risparmiare, scegli il "Menu del Dia", o menù del giorno, spesso scritto col gesso su un cartello posto sul marciapiede: il menù del giorno è un'istituzione nazionale, ed a un prezzo fisso ti verrà offerta una scelta di sei antipasti e primi piatti. Anche se alcuni ristoranti offrono menù più "avventurosi", i primi in genere sono una paella o un piatto di pasta o un'insalata o una zuppa. Il secondo piatto sarà di solito pollo o una bistecca piccola, o pesce, servito con patatine fritte o patate e verdure del giorno. E per dessert è probabile che vi sia offerto uno yogurt o un creme caramel, o budino, un gelato, o un pezzo di frutta. Aspettatevi di pagare un po' di più durante i fine settimana e nei giorni festivi. Potrete trovare anche alcuni ristoranti che offrono una "menu del noche" (menu serale) - ancora una volta, con tre o quattro portate (anche se spesso non è compreso il vino) per circa € 13,50 - € 17,50. In alcune città, come Barcellona, l'acqua del rubinetto non è affatto allettante. Una bottiglia 1,5 L di acqua minerale costa intorno a 0,60 € in un supermercato, ma altrove la pagherete circa € 1,40. Non sempre, comunque, il prezzo del menù del giorno include Iva, pane, acqua, caffé: informatevi prima!

L

Assaggiando la cucina spagnola. Ciò che rende speciale la cucina spagnola - e anche quella di Formentera - è la sua freschezza, i piatti regionali, e la disponibilità abbondante di frutti di mare di qualità. Andate in un qualsiasi mercato alimentare fra i più importanti in Spagna e vedrete una grande varietà di prodotti. Uno dei piatti tipicamente spagnoli è la paella. La paella è un piatto di riso, di solito cucinato sia con frutti di mare, carne di maiale, coniglio o pollo e condito con zafferano. E' tradizionalmente un piatto della Spagna orientale, ma con qualità variabile si può trovare in quasi tutte le zone turistiche. Le persone a cui piacciono i frutti di mare possono approfittare della disponibilità abbondante di calamari, pesce e piatti di frutti di mare, in particolare nel sud della Spagna. Nella Spagna orientale, si potrebbe considerare l'ordinazione del Suquet, uno stufato di pomodoro di pesci, crostacei, patate e vino, aromatizzate con lo zafferano. Intorno a Madrid e nella Spagna centrale abbondano le variazioni su piatti regionali spagnoli, ed è anche una regione nota per i suoi piatti a base di selvaggina, fagiano, pernice e cinghiale. La cucina catalana vanta alcuni dei piatti migliori della Spagna, ed è ricca di piatti a base di carne, pollame, selvaggina, frutta e verdura. Questi possono venire uniti in combinazioni insolite e deliziose: carne e pesce (un genere conosciuto come Mar i muntanya - 'il mare e la montagna'), pollame e frutta, pesce e noci. L'essenza del cibo catalano sta nelle sua salse per la carne e il pesce. Il vino accompagna quasi ogni pasto. Il vino spagnolo è robusto a causa del clima soleggiato. Quelli bianchi sono migliori rispetto ai rossi. Tra le altre bevande non possiamo dimenticare la sangria, vino con punch di frutta, a volte allungata con brandy, e naturalmente la cerveza (birra)La tipica colazione spagnola è un caffè accompagnato da una sorta di pasta: ad es. un cornetto o qualche pasta riempita di crema. Chi preferisce il salato, può optare per un toast di prosciutto e formaggio o al burro con qualcos'altro. In Spagna, il caffè, che è senz'altro preferito al tè, è forte e leggermente amaro.

L

Consigli sul pernottamento. L'esperienza dimostra che è opportuno prenotare in anticipo, perché molte persone scelgono Formentera per trascorrere le proprie vacanze estive. Formentera ha un'offerta rinnovata e variegata di alberghi. A causa delle dimensioni dell'isola e il suo vero valore per natura, ad eccezione di due resort, Formentera non ha ottime strutture alberghiere. L'offerta turistica è suddivisa in piccoli alberghi, ostelli e appartamenti turistici. Non ci sono hotel di lusso a Formentera. Troviamo anche case di turismo rurale. La maggior parte sono case unifamiliari situate nelle zone rurali e nelle campagne, per un'alternativa diversa e indipendente per godere il vostro soggiorno sull'isola, dove potrete apprezzare l'amichevole e piacevole carattere dei proprietari, imparando i loro modi e dove si possono gustare il prodotti tipici di Formentera. È inoltre possibile trovare un alloggio in affitto a Formentera, ma a causa di alcune frodi che si sono verificate si consiglia di prenotare sempre tramite un'agenzia di viaggi. Un buon posto dove alloggiare è Casa Serena, un'oasi fisica e spirituale. Situata nella parte migliore di Formentera (cinque minuti a piedi dalla spiaggia di Mitjorn), Casa Serena ospita coppie e gruppi in cerca di una pace tranquilla. La loro colazione è semplicemente perfetta. Si può prenotare una delle 5 camere o tutta la casa per voi e la vostra famiglia / amici. Mitjorn, in effetti, rimane una delle più tranquille spiagge dell'isola e mantiene tutto il suo aspetto selvaggio intatto, anche se non mancano di appartamenti, alberghi e case. A Es Pujols, situata nella zona nord-est dell'isola di Formentera, vicino alle più belle spiagge, in questo antico villaggio di pescatori che conta solo circa 600 residenti c'è la più alta concentrazione di appartamenti e hotel a Formentera. Il Villaggio La Savina, dove si trova la Marina di Formentera, può anche essere una scelta eccellente, per la sua ottima posizione (vicino a Illetas e Es Pujols) e per i numerosi servizi che la città offre

L




4- Alcune mete consigliate
L

La Mola e le sue attrazioni. Tutta la Mola (che vuol dire la montagna), la parte più alta dell'isola, ovvero il promontorio famoso per il suo celebre faro, è caratterizzata dalla presenza di tantissime grottecome Cova d'en fum e Cova d'estrips. Alla maggior parte si accede via mare, ma alcune, come appunto la Cova de Estrips, si può raggiungere solo a piedi. Si trova infatti a picco sul mare. El Pilar de la Mola, o La Mola, è una piccola città situata nella parte orientale dell'isola, e nel punto più alto dell'isola, a circa una decina di chilometri da Sant Ferran. L'unico centro abitato di La Mola è il piccolo villaggio di El Pilar, formato da una trentina di case disposte intorno alla chiesa parrocchiale, un antico edificio del XVIII secolo. La Mola è un posto rurale, dove si trovano bei recinti murari, vigneti e fattorie. Tutto il villaggio ruota attorno alla strada principale, dove si trovano ristoranti, banche, la chiesa locale, e la piazza del mercato. La Mola è il posto più tranquillo dell'isola e anche quello che è più lontano dalle altre località. La chiesa del Pilar, pur nella sua estrema semplicità, è un gioiello. A La Mola troviamo un faro imponente nei pressi della scogliera a picco sul mare, che è il più antico e il più alto dell'isola. Sorge su una scogliera di 120 metri e guardare l'alba e il tramonto da questo punto ed è unico e magico. Accanto al faro è posta una targa commemorativa in onore dello scrittore Jules Verne che ha impostato qui il suo romanzo 'Le avventure di Ettore Servadac', in cui l'autore parla di un luogo simile alla fine del mondo. Questo spiega la presenza del monolite a lui dedicato posto a qualche metro dallo strapiombo. Il grano è stato per molti secoli la risorsa alimentare per tutti gli abitanti dell'isola. Ed il Moli Vell, un mulino sito a La Mola, veicola ancora l'importanza del lavoro svolto. È possibile visitarlo, dato che è ancora protetto da un membro della famiglia da generazioni. Costruito nel 1778, quando l'isola ha cominciato ad essere ripopolata dopo tanti anni di abbandono, l'unico mulino era quella di Isole Pitiuse (Isole dei pini). Curiosità: Si dice che Bob Dylan negli anni '60 ha trascorso tre mesi nella casa proprio accanto al mulino.

 

Es Pujols e Sant Ferran. Il centro nevralgico dell'isola è Es Pujols, un tempo minuscolo villaggio di pescatori e oggi uno dei luoghi più frequentati e più apprezzati di Formentera. È situato nella parte nord dell'isola tra il lago Estany Pudent, una riserva naturale, e il mare, nelle immediate vicinanze di alcune tra le più belle e rinomate spiagge dell'isola. Attrezzato e sempre vitale ad ogni ora del giorno, Es Pujols offre alloggi, molti club, bar, ristoranti etc. Es Pujols è un paradiso per gli amanti del relax, dei servizi e della vita notturna. Passeggiando tra i numerosi locali notturni e tra le strade affollate del mercato, il tempo si muove lentamente. Molto affollato durante l'estate ospita tutte le sere, sul suo lungomare, un caratteristico mercatino con alcune bancarelle gestite da hippy. La spiaggia di Es Pujols ha la forma di due semicerchi separati da una fila di scogli, ed è ottimamente attrezzata. Ristoranti con menù a base di pesce, cafè, bancarelle e terrazze sono disposti su tutto il lungomare. Altra frazione di Formentera è Sant Ferran de ses Roques, il valico e posto di passaggio situato al centro dell'isola che fornisce ancora un po' di intrattenimento, oltre ai negozi e bar sempre ben voluti. La singolare risorsa di questo paese è un luogo frequentato dagli hippies negli anni '70, chiamato 'Fonda Pepe', oggi chiunque può accedervi ed è molto bello, perché dentro si respira un'atmosfera davvero speciale e sembra vivere al momento del potere dei fiori. Ancora oggi qui, durante la stagione turistica, si continua a bere, suonare e chiacchierare fino a notte fonda. Qui si possono visitare le gallerie d’arte ed il Mercatino dell’arte, che si tiene da maggio ad ottobre. Nel piccolo centro c'è anche un vecchio laboratorio artigianale di chitarre e contrabbassi, il Formentera Guitars, che ha fornito strumenti musicali ad artisti di fama internazionale tra cui i Pink Floyd. Nelle vicinanze del paese, si trova la Cuevas d'en Gironi, una grotta scoperta casualmente nel 1975 durante gli scavi per la costruzione di un pozzo d'acqua. Sembra risalire a tre milioni di anni fa. La cittadina ha una sua spiaggia omonima, piccola e caratteristica, nota soprattutto per ospitare il principale centro di diving e snorkeling dell’isola.


Estany Pudent e Ses Salines. Estany Pudent è una laguna a nord dell'isola e fa parte della riserva naturale di Formentera e Ibiza. Ha una superficie di 3.5 km e una profondità massima di 4 m nella zona centrale. Negli anni '40 è stata la base di atterraggio per idrovolanti militari, ma oggi questa laguna offre la possibilità di trascorrere qualche ora immersi nella fauna e flora di Formentera, soprattutto per vedere gli uccelli che amano nidificare in questa zona. Al tramonto, il cielo rosso si riflette in questo 'stagno' d'acqua, mostrando colori di pura magia. La zona ovest della laguna si chiama Es Brolls che indica la presenza di risalita di acque sotterranee, che sono visibili anche all'interno della laguna. A ovest, in un piccolo promontorio che entra nella laguna è stata scoperta, nel 1974, la tomba megalitica di Ca na Costa datata tra il 1850 e il 1600 avanti Cristo. Una delle meraviglie naturali di Formentera è la Riserva di Ses Salines, nel nord dell'isola, parco naturale dal 2001. Si tratta di un ecosistema di grande ricchezza, dichiarato zona a protezione speciale per le specie ornitologiche. Tra le 210 specie catalogate, spiccano gli aironi e i fenicotteri. Le saline erano un tempo la prima risorsa economica dell'isola, la gente viveva dell'estrazione e della conservazione di sale marino. Oggi sono abbandonate e sono puramente turistiche. Merita una visita soprattutto in certi periodi dell'anno, di solito a fine estate, quando a causa del processo di cristallizzazione del sale, le piscine prendono uno strano colore rosa, formando un paesaggio quasi lunare. Ses Salines vanta, comunque, anche altre bellezze paesaggistiche e incantevoli spiagge. Infatti, nella zona, si stendono le lagune litoranee di s'Estany d'es Peix, Estany Pudent e la Bassa de s'Espalmador. Nella riserva sono tuttora visibili resti della presenza dell'Uomo in epoche remote, quali l'insediamento fenicio di Sa Caleta (tra Es Codolar e il Puig des Jondal), dichiarato Patrimonio dell'Umanità dall'Unesco nel 1999, la torre di vedetta del sec. 16° di Sal Rossa, la chiesetta di Sant Francesc di s'Estany, la chiesa di Sa Revista e la torre di Ses Portes.

l

Homepage del sito "A SPASSO PER IL MONDO"

Corsica
Ibiza
Canarie
Palma di Maiorca
Formentera Creta
Santorini

Mykonos
Zanzibar
Madagascar
Capo Verde
Mauritius Seychelles
Bali

Sri Lanka
Hong Kong
Haiti
Bahamas Maldive Hawaii
Figi


Previsioni Meteo
Mappe satellitari
Calcolo itinerario
Situazione traffico Prenotazioni varie Informazioni utili
Foto e webcam

l

         Scarica subito da qui il nuovo libro  
"VOLARE FACILE
"
 

Il libro per avere in pochi minuti un quadro completo e dettagliato
  di come risparmiare sui biglietti aerei e difendersi dai possibili problemi.


(162 pagine, 56 figure a colori)




RISPARMIA CENTINAIA DI EURO CON L'AIUTO DI QUESTA GUIDA!

Vai alla pagina con la descrizione e l'indice del libro cliccando qui





Scarica subito da qui il software  
"CONSUMI AUTO 1.0" 

Per abbattere la tua spesa di carburante e scoprire come si può viaggiare
in auto per andare in vacanza, ma spendendo meno conti alla mano.



L


  HOME Termini e Condizioni  |   Contatti


"A spasso per... Formentera"
ti consente di risparmiare prenotando da qui la tua auto per il viaggio con

 

 
Interplanet, agente generale Hertz, ti offre le migliori tariffe di noleggio auto e una vasta gamma di veicoli tra cui minivan, cabrio e fuoristrada in tutto il mondo.

Per procedere alla prenotazione clicca qui o su "Prenota adesso"
 
Ultime Offerte

Affrettati e prenota in anticipo l’auto della flotta Hertz che desideri per le tue vacanze!
   
Avrai la tranquillità di trovare il veicolo che desideri al tuo arrivo.
Le tariffe vanno prepagate al momento della prenotazione e garantiscono un ampio risparmio.
È possibile cambiare la prenotazione in qualsiasi momento senza alcun costo aggiuntivo.
Le prenotazioni possono essere annullate entro 7 giorni senza penale contattando Interplanet GSA al numero 199.118855 oppure 02.67073195.
   
 

Regno Unito

Francia

 

Spagna

 

Stati Uniti

 

Italia

 

MIGLIORI
                                                          TARIFFE

Per maggiori informazioni fai riferimento ai Termini e Condizioni allegate.
 
 
 
VIVI IL TUO SOGNO DI VIAGGIO

Scegli tra i veicoli esclusivi della flotta FUN o PRESTIGE.
 

 
Le "migliori tariffe" sono calcolate sulla base delle tariffe standard prepagate Hertz per l'auto di categoria più piccola per 7 giorni in questo mese e sono disponibili solo presso determinate agenzie all'interno del paese indicato. I prezzi indicati sono da intendersi al giorno e sono soggetti a modifiche senza preavviso.
 
 
Questo servizio è offerto da
INTERPLANET SRL - Viale della Liberazione, 18 20124 - MILANO - ITALIA per conto di Hertz Europe Ltd
 

l

Attenzione!  L'autore, per ragioni di tempo, non può rispondere a eventuali richieste di informazioni supplementari o di chiarHomepageimenti relativi agli argomenti trattati in questo sito. Inoltre non si assume alcuna responsabilità riguardo le informazioni fornite, pur avendo posto la massima cura possibile nel verificarle. Sono invece ben accette tutte le segnalazioni di eventuali errori, delle quali ringrazia in anticipo.

                                                                       Copyright © 2019 Mario Menichella. Tutti i diritti sono riservati.