A spasso per il... GiapponeHomepage


1 - Cosa vedere
       Le città principali
       Le bellezze naturali
       Le altre attrazioni 

2 - Informazioni utili
       Quando e come andare
       Guidare in Giappone
       Documenti, Moneta, Telefono, etc.

3 - Dove mangiare e dormire
       Consigli per i pasti
       Assaggiando la cucina giapponese
       Consigli per il pernottamento

4 - Alcune mete consigliate
       Tokyo
       La città di Kyoto
       Hiroshima e Miyajima

L



"C
on la sua storia ricca e affascinante che risale a migliaia di anni, la ricca tradizione conservata nonostante le guerre e le devastazioni naturali, questo piccolo Paese - che oggi è una delle nazioni più industrializzate del mondo - è l'ideale per una visita che vi riserverà un'avventura indimenticabile."


1- Cosa vedere: idee per un itinerario

Le città principali. Il Giappone non è solo Tokyo, la capitale, o Kyoto, le due città più famose di cui parleremo più avanti. Osaka è la seconda città più grande in Giappone. Nella sua "Zona Kita", cioè Nord, ha un'immagine sofisticata e si può curiosare tra i negozi di lusso, mentre nella "zona Minami", o Sud, si può avere un assaggio della vita della gente del posto. Si dovrebbe anche visitare il Castello di Osaka, il Kaiyukan, che è uno dei più grandi acquari in Giappone, e pure gli Universal Studio di Osaka. Per secoli fulcro della cultura giapponese, la graziosa è incontaminata città di Nara, la "città dei templi", è la patria di un gran numero di edifici storici, insieme a importanti tesori nazionali e opere d'arte. Oltre alle sue numerose vie storiche, la città vanta numerosi e importanti templi antichi, tra cui il magnifico tempio di Kofuku-ji, del VII secolo, e il forse più noto dei sette grandi templi di Nara, lo splendido Tempio Todai-ji (Grande Tempio Est), dell'VIII secolo, famoso per la sua enorme statua di bronzo del Grande Buddha (Daibutsu), posta qui nell'anno 749 a.C., la più grande al mondo di un Buddha in bronzo. Di interesse in Todai-ji sono anche la sua Grande Ingresso Sud (Nandaimon), una struttura a due piani con 18 colonne e due statue Nio in piedi di otto metri di altezza e di guardia all'ingresso del tempio, e la Sala del Grande Budda, il più grande edificio in legno del mondo. Le persone che visitano Okinawa dicono che non sembra come il resto del Giappone. Questo perché Okinawa usato era un regno indipendente chiamato "Ryukyu" fino al 1879. Così, la cultura, il costume, l'ideologia e anche la gente è veramente diversa e si possono ancora vedere queste differenze in città. Ad esempio, il Castello di Shuri mostra l'influenza tipica della vecchia cultura originale Ryukyu. Si può provare non solo la cucina tradizionale di Okinawa, ma anche godere dell'abbondante natura con il clima tropicale e spiagge bellissime, tra cui molti parchi e isole naturali, e degli animali deliziosi e unici. Se sei un amante della natura e interessati a qualcosa di unico, la tua meta in Giappone dovrebbe essere Okinawa. Il Castello di Fukuoka (Fukuoka-jo) è invece uno dei punti salienti di una visita alla piacevole città di Fukuoka, situata sulla costa settentrionale dell'isola di Kyūshū, Una volta parte di un complesso enorme che copriva circa 47.000 metri quadrati, questo bellissimo castello colpisce ancora con le sue dimensioni e la sua posizione elevata con vista sul fiume Naka. Fukuoka è anche nota per i suoi numerosi eventi e festival, e non è priva di attrazioni moderne, tra cui Canal City Hakata, una città nella città con uni canale che attraversa il complesso con negozi, alberghi, ristoranti e un teatro.

L

Le bellezze naturali. Senza dubbio, il maestoso Monte Fuji (Fuji-san), un vulcano il cui cono eccezionalmente simmetrico è il più riconoscibile punto di riferimento del Giappone, ma anche la più alta montagna del paese, e domina con i suoi 3.776 metri su un paesaggio altrimenti in gran parte pianeggiante a sud e ad est, abbastanza alto per essere visto da Tokyo, più di 100 chilometri lontano. Il Monte Fuji è stato celebrato da secoli in arte e letteratura. Incluso nel parco nazionale Fuji-Hakone-Izu, sul monte Fuji salgono più di un milione persone ogni estate come un atto di pellegrinaggio che culmina nel guardare l'alba dalla sua cima. Mentre alcuni ancora scelgono di iniziare la scalata dalla base, la maggior parte degli alpinisti ora inizia in alto, dalla metà del percorso, presso la 5a stazione, risultando in (più gestibili) sei ore di ascesa. Il Parco delle Scimmie di Jigokudani è una famosa area termale vicino a Nagano. Il nome Jigokudani (che significa "Valle dell'Inferno"), è dovuto al vapore e all'acqua bollente che sgorga dal terreno gelato, circondato da ripide scogliere e boschi straordinariamente freddi. L'area è famosa per la sua vasta popolazione di scimmie selvatiche che vanno a valle durante l'inverno, quando la neve copre il parco, discendendo dalle ripide scogliere e dalla foresta per sedersi sulle  sorgenti calde. Il Giappone vanta una serie di bellezze naturali, di cui molte sono parchi nazionali o, in alcuni casi, Patrimonio mondiale dell'UNESCO. Uno dei parchi più spettacolari del paese è il Parco Nazionale Chūbu-Sangaku, nel centro di Honshu, che incorpora le regioni settentrionali e centrali del gruppo di montagne collettivamente note come le montagne Hida o Alpi giapponesi. La regione contiene alcune delle vette più alte del paese, tra cui Hotaka, alta 3.190 metri, e Yari, alta 3.180 metri. Simili per molti versi alle Alpi dell'Europa centrale, sia nel carattere del paesaggio e per l'abbondanza di neve in inverno, le Alpi giapponesi attirano un gran numero di escursionisti e alpinisti in estate e sciatori in inverno. Di particolare interesse è l'abbondanza di flora e fauna del parco, tra cui vanno menzionate la rara pernice bianca e le antilopi di montagna trovati ad altitudini più elevate. Molte sorgenti calde del parco attirano i visitatori e hanno portato allo sviluppo di diversi centri termali e località di villeggiatura, la più nota delle quali è Kamikochi

L

Le altre attrazioni. Il Castello di Osaka (Osaka-jo), costruito nel 1586 dal guerriero Toyotomi Hideyoshi, era al tempo la più grande e importante fortezza del Paese. Sebbene distrutto e ricostruito varie volte, l'attuale struttura, costruita nel 1931, è fedele all'originale. Punti salienti di una visita sono l'enorme torre principale di cinque piani e 42 metri di altezza, costruita su un'imponente base in pietra alta 14 metri, e sede di una serie di esposizioni che illustrano in dettaglio la storia del castello e dela città (non dimenticate di visitare il piano superiore per la sua splendida vista su Osaka). Interessante, nel Parco del Castello, il Santuario Hokoku, ed anche il tempio più noto di Osaka, lo Shitennō-ji, merita una visita: risale al 59 d.C., è il primo tempio buddista del Giappone, e presenta una pagoda a cinque piani insieme a una serie di altri edifici decorati con gusto, tra cui il Padiglione d'oro (Kondo), con le sue belle statue e dipinti, l'Aula Magna, e un bel corridoio coperto che collega tre degli ingressi del sito. Il Santuario di Atsuta, nel cuore della città di Nagoya, è il più importante santuario shintoista del Giappone, ed attira più di cinque milioni di visitatori ogni anno. Fondato nel I secolo, questo sito religioso è famoso per la sua insegna imperiale ben conservata, una delle sole tre nel Paese. Interessanti sono anche il santuario principale, Hongu, circondato da un muro di cinta, e il tesoro con le sue numerose opere d'arte tra cui antichi e moderni dipinti, ceramiche, gioielli e maschere tradizionali. Mentre a Nagoya non dimenticate di visitare anche il Castello di Nagoya, uno splendido complesso con fossato costruito nel 1612, che vanta una torre principale di 48 metri di altezza che è famosa per i suoi due delfini dorati, il suo museo che contiene tesori d'arte provenienti dal palazzo, e la sua spettacolare vista sulla città e la pianura Nobi. Il Castello di Himeji è considerato il miglior esempio esistente di architettura di un castello giapponese. Fu fortificata per difendersi contro i nemici durante il periodo feudale, ma è stato ricostruito più volte nel corso dei secoli e riflette i diversi periodi di progettazione. E' sopravvissuto ai bombardamenti della Seconda guerra mondiale e lo si è spesso visto in film nazionali e stranieri, tra cui il film di James Bond "You Only Live Twice". L'esterno bianco e il design conferiscono al castello l'aspetto di di uccelli che prendono il volo  





2- Informazioni utili

Quando e come andare. La temperatura e le condizioni meteorologiche medie variano enormemente in tutto il Giappone, e il periodo migliore per visitarlo non è lo stesso in tutto il Paese. il secondo tende verso secche e limpide giornate invernali. Nonostantele le piogge frequenti, la primavera è uno dei momenti più piacevoli per visitare il Giappone. L'estate, che inizia nel mese di giugno, è annunciata dalla stagione delle piogge, che dura da circa metà giugno a metà luglio (non c'è la stagione delle piogge in Hokkaido). Anche se non piove tutti i giorni, piove molto, a volte piuttosto pesantemente, rendendo l'ombrello imperativo. Un attacco di tifoni (anche se la maggior parte delle tempeste rimane in mezzo al mare e a terra vi sono soltanto temporali) e più pioggia nel mese di settembre precedono l'autunno, che dura da ottobre a fine novembre; questa è la più spettacolare stagione del Giappone, quando gli aceri esplodono in una gamma di colori brillanti. Quindi anche l'autunno, che dura fino a novembre, è uno dei periodi migliori per visitare il Giappone: le giornate sono piacevoli e un po' fredde. Vale anche la pena di tenere a mente, quando si pensa al momento migliore per la visita, le festività nazionali del Giappone. Durante questi periodi, compresi i giorni intorno a Capodanno, la "Settimana d'Oro" del 29 aprile-5 Maggio e la vacanza Obon di metà agosto, la nazione è in movimento, il che rende difficile garantire trasporti dell'ultimo minuto e prenotazioni in hotel. I periodi di punta da evitare, quindi, sono 29 aprile -5 maggio, oltre al periodo dalla metà di luglio e agosto, e Capodanno. L'unico modo per raggiungere il Giappone dall'Italia è l'aereo. Il volo diretto Roma/Milano Tokyo dura circa 12 ore. Il principale aeroporto del Paese è il Tokio Narita, che dista 66 km da Tokio (raggiungibile dall'aeroporto tramite un treno, come il Narita Express, in un'oretta o poco più). I voli diretti sono effettuati da Alitalia, Japan Airlines e All Nippon Airways. Le altre compagnie effettuano il collegamento con il Giappone con uno o più scali e, in tal caso, la durata del tragitto (comprese le soste negli scali) può durare fino a 20/23 ore.

L

Guidare in Giappone. Le grandi aree metropolitane del Giappone nei dintorni di Tokyo, Osaka e Nagoya sono servite sistemi di trasporto pubblico ad alta efficienza. Di conseguenza, molti residenti non possiedono una macchina o non hanno nemmeno la patente. Al di fuori delle grandi città, tuttavia, il trasporto pubblico tende ad essere scomodo o poco frequente, e la maggior parte delle persone utilizzano un'auto per andare in giro. Le auto si guidano sul lato sinistro della strada e hanno il sedile del conducente ed il volante sul loro lato destro, come in Inghilterra. I segnali stradali e le regole seguono gli standard internazionali, e la maggior parte dei cartelli sulle strade principali sono in giapponese e inglese. I limiti di velocità tipici sono 80-100 km/h sulle autostrade, 40 km/h nelle aree urbane, 30 km/h nelle strade secondarie e da 50 a 60 chilometri all'ora altrove. La maggior parte delle strade in Giappone sono gratuite, ad eccezione delle superstrade e di alcuni percorsi panoramici a pedaggio. La viabilità tende ad essere buona, anche se le strade secondarie nelle città possono essere piuttosto strette. La congestione del traffico è un problema frequente dentro ed intorno ai centri urbani. I guidatori sono in genere ben educati e premurosi, tuttavia vi sono ciclisti imprudenti, soprattutto quelli che camminano sul lato sbagliato della strada. Gli stranieri possono guidare in Giappone con un permesso internazionale di guida (IDP) per un massimo di un anno. Le patenti di guida internazionali non vengono emesse in Giappone e dovrebbe quindi essere ottenuto nel proprio paese in anticipo. I distributori di benzina si trovano in tutto il Giappone. Essi tradizionalmente forniscono un servizio completo, anche se le stazioni self service sono notevolmente aumentate negli ultimi anni. Molte stazioni di benzina sono chiuse durante la notte, mentre altre sono aperti 24 ore. Un litro di benzina normale costa circa ¥ 150 (a partire dal marzo 2014). Il pagamento è possibile con carta di credito o contanti. Le stazioni di rifornimento self-service hanno solo menu di lingua Giapponese. In caso di difficoltà, un operatore deve essere presente e in grado di aiutarvi. In caso di pagamento in contanti, il cambiamonete è spesso una macchina separata o all'interno dell'edificio distributore di benzina. Il parcheggio nel centro delle grandi città è molto costoso: svariate centinaia di yen all'ora. Le tariffe diminuiscono con le dimensioni della città e la distanza dal centro della città. Nelle piccole città e nelle campagne il parcheggio è spesso gratuito. Gli hotel urbani forniscono solitamente il parcheggio per i propri ospiti in modo forfettario (in genere 1.000 ¥ a notte), mentre quelli fuori città di solito offrono il parcheggio gratuito.


Documenti, Moneta, Telefono, etc.  Per recarsi in Giappone per un soggiorno massimo di 3 mesi è sufficiente essere muniti di un passaporto con validità residua di almeno 6 mesi, in quanto se si viaggia per turismo non è necessario alcun visto. Assicuratevi che i bambini che viaggiano con voi abbiano ciascuno il proprio passaporto o che siano iscritti sul vostro, in modo che possano essere identificati in caso di necessità. Dato che il Giappone non fa parte dell'UE, la nostra tessera sanitaria non vale, perciò è raccomandabile stipulare una polizza assicurativa prima del viaggio: ad esempio la Elvia, che costa poco e copre un eventuale ricovero ospedaliero, etc. La moneta ufficiale utilizzata è lo Yen giapponese (JPY), pertanto gli eventuali prelievi agli sportelli Bancomat forniranno, ovviamente, contante in tale valuta. Le carte di credito sono accettate quasi ovunque, mentre le banche sono aperte dal lunedì al venerdì con orario continuato 9-15, mentre il sabato sono chiuse. Per telefonare dal Giappone in Italia bisogna comporre +0039 seguito dal numero che si desidera chiamare, mentre per telefonare dall'Italia in Giappone bisogna digitare +0081 seguito dal numero telefonico senza lo "0" iniziale. Per chiamare in Italia, risulta conveniente usare una scheda telefonica prepagata, acquistabile presso un qualsiasi tabaccaio. Non vi sono problemi ad usare il cellulare, purché il telefonino sia abilitato dal vostro gestore telefonico al roaming internazionale. Per collegarvi a Internet, potete sfruttare alcuni pub e ristoranti, dove però dovete consumare e loro vi danno una password se a quel punto la chiedete. In alternativa potete comprare una scheda internazionale o connettervi presso il vostro hotel. Il voltaggio della corrente in Giappone è 100 V, e le prese di corrente sono diverse dalle nostre quindi per poter utilizzare tali prese occorre un adattatore universale e possibilmente un trasformatore, mentre il fuso orario è in anticipo di 7 ore d'estate ed 8 ore d'inverno (quando in Italia c'è l'ora legale) rispetto all'Italia. 




3- Dove mangiare e dormire
L

Consigli per i pasti. Anche ristoranti di livello medio in Giappone sono di livello superiore a quello medio dei ristoranti in altri paesi. Il Giappone non è tutto raffinato, tuttavia un pranzo informale non è sempre accessibile. Non c'è molto cibo di strada in Giappone, ma i mercati sono incredibili e paragonabile ai prezzi medi di ristorazione su scala globale, o un po' più costosi. La qualità e il servizio sono però generalmente più alti, a differenza di molti altri paesi asiatici. Il cibo e le bevande hanno la reputazione di essere assai costosi a Tokyo, ma questo è un po' fuorviante. Se volete mangiare in ristoranti o alberghi di lusso poi si paga a caro prezzo, ma se siete interessati in ciotole di pasta o riso, come la maggior parte della gente del posto fanno ogni giorno, allora si può pranzare con un budget più modesto. La chiave per sopravvivere economicamente a Tokyo è essere flessibili e comportarsi come la gente del posto. Se non conoscete le lingue, mangiare fuori in Giappone può essere un po' stressante. Il puntare un piatto e il gesticolare vi porterà da qualche parte, ma potrebbe anche risultare in qualcosa non è stato ordinato! Quando vi siedete a tavola, vi verrà dato un panno umido per pulire le mani, e di solito anche un bicchiere d'acqua o una tazza di tè (non vi preoccupate, è gratis). Entrando in un ristorante, è probabile che siate accolti con la parola "Irasshaimase", che significa "benvenuto". Alcuni ristoranti in Giappone hanno tavolini bassi e cuscini sul pavimento di tatami, invece di (o in aggiunta a) sedie e tavoli in stile occidentale. Scarpe e ciabatte devono essere rimossi prima di salire sul tatami. Inoltre, occorre evitare di salire su cuscini diversi dal vostro. Quando si mangia da piccole ciotole, è corretto prendere la ciotola con la mano e condurla vicino alla bocca per prendervi il cibo. In caso di zuppe, berle dalla ciotola come se si trattasse di una tazza, e ripescate i pezzi alimentari solidi con le bacchette. Per mangiare il riso tenete la ciotola di riso in una mano e le bacchette nell'altra. Non versate la salsa di soia sul riso bianco cotto. In generale, si mangia un pezzo di sushi in un solo boccone. I tentativi di separare un pezzo in due generalmente finiscono nella distruzione del sushi ben preparato. Le mani o le bacchette possono essere utilizzati per mangiare il sushi. Se non si ha familiarità con il modo di usare le bacchette, cenare in ristoranti di cucina asiatica giapponese può presentare una sfida in un primo momento. Ma una volta che avete imparato, mangiare con questo semplice strumento è un vero piacere.

L

Assaggiando la cucina giapponese. La cultura del cibo giapponese e come si avvicinano agli ingredienti, rende la loro cucina e tecnica di classe mondiale. A causa del modo in cui i giapponesi tendono ad avvicinarsi cibo, lo standard per il cibo in generale è abbastanza elevato. Tokyo è ancora un leader culinario in Giappone e in tutto il mondo, e qui si può più o meno trovare ogni cucina e piatto. Tuttavia proprio come la maggior parte dei paesi, il Giappone ha le sue specialità regionali, quindi se volete assaporare un piatto specifico in profondità, allora Tokyo potrebbe non essere la città migliore. Ad esempio, Kyoto è conosciuta per le verdure e in particolare il tofu, Osaka per l'okonomiyaki e il tako-yaki e Hokkaido e Sapporo per gli intenditori di sashimi. Per gli appassionati di cibo locale, Tokyo è molto apprezzata, ma non necessariamente il migliore 'paradiso del cibo' in Giappone. La parola per "piatto" in giapponese è Gohan. Questa parola si riferisce in realtà al riso cotto a vapore, ma il riso è un alimento così importante per i giapponesi che Gohan ha assunto il significato di tutti i tipi di piatti - anche quelli occidentali come gli spaghetti. Il piatto più tradizionale giapponese è una porzione di riso bianco, insieme ad un piatto principale (carne o pesce), una sorta di contorno (spesso verdure cotte), zuppa (o zuppa di miso o brodo chiaro), e verdure sottaceto. Non lasciate il Giappone senza aver provato il sushi: pesce crudo servito su riso condito leggermente con aceto; è nato come cibo di strada e oggi viene realizzato in una varietà di sapori e consistenze. Il ramen è una pasta all'uovo in un brodo salato, ed è il piatto favorito a tarda notte del Giappone. L'unagi è un'anguilla di fiume fatta alla griglia su carbone con una salsa barbecue dolce. I gamberi croccanti con wasabi sono uno dei contributi del Giappone al mondo dei cibi fritti. Anche una pastella di pesce e verdure è tradizionalmente fritta in olio di sesamo e servita con sale o con un piatto di brodo di soia. Il sake giapponese (vino di riso) va molto bene con una varietà di piatti giapponesi. Prodotto con riso e acqua, è stato un bevanda alcolica giapponese fin dai tempi antichi. Dato che può essere bevuto riscaldato in inverno riscalda il corpo. Quando viene bevuto fresco, ha un sapore buono simile al vino di raffinata qualità. Le bevande analcoliche di solito disponibili includono birra analcolica, tè, succhi di frutta e bevande gassate.

L

Consigli sul pernottamento. Tokyo è certamente una delle città più care al mondo per i turisti, ma non è poi così male come la sua reputazione potrebbe far credere. Occasioni in hotel possono essere trovate nella maggior parte dell'anno, soprattutto se si prenota con largo anticipo. Anche una stanza in un ostello economico in Giappone costa quanto un hotel a cinque stelle in Thailandia, ma il paese è un posto così interessante e gratificante che ne vale la spesa. Se avete un budget limitato trovare l'alloggio più economico sarà una priorità, ma se potete spendere un po' di più è meglio stare in una locanda tradizionale giapponese, almeno una volta. Dormire su un futon in una stanza con una stuoia di tatami è un'esperienza giapponese per eccellenza e che sarebbe un peccato perdere. Può quindi capitare che l'alloggio più economico sia un business hotel prenotato online (vedi sotto). Si possono trovare alcune offerte nelle grandi città prenotando hotel d'affari on-line attraverso siti di prenotazione come booking.com. Le camere sono piccole ma pulite, di solito hanno Wi-Fi e siccome sono rivolte a uomini d'affari sono dotate di tutto il necessario: asciugamani, sapone, shampoo, spazzolino da denti, pettine, etc. Hanno sempre un bagno privato (in Giappone i bagni privati ​​sono rari, anche nei posti più costosi) e anche dotate una scrivania e frigo. Non c'è molta atmosfera e il personale può non parlare inglese ma sono una buona scelta non troppo costosa per un paio di notti. Ci sono però alcuni vantaggi nel soggiornare in ostelli. Di solito hanno una cucina (che può farmi risparmiare i soldi per mangiare fuori), uno spazio comune per rilassarsi e socializzare, il Wi-Fi, i computer, noleggio bici e lavanderia. Il personale è anche molto più propenso a parlare inglese (che non è comunemente parlato altrove) ed in grado di aiutarvi con informazioni sulla zona locale. Un ryokan è una locanda tradizionale, e un minshuku è una sua versione più semplice, a conduzione familiare. I ryokans sono molto costosi, ma vale la pena di provarli almeno una volta per una vera esperienza giapponese. Potrete dormire in una stanza con tatami su un futon: una pila di materassi sottili che vengono messi via durante il giorno lasciando uno spazio minimalista. Ci sono porte scorrevoli e se si è fortunati, nei posti più costosi, una vista su un elegante giardino. Non ci sono una quantità enorme, invece, di appartamenti "normali" in affitto per le vacanze in Giappone, ma possono essere una buona opzione a Kyoto e Tokyo, dove i prezzi degli hotel sono alti: una camera da letto con cucina a Tokyo non è molto più costosa di una piccola stanza privata in un ostello con bagno in comune

L




4- Alcune mete consigliate
L

Tokyo. Capitale del Giappone, questa città metropolitana è una delle più grandi città del mondo con oltre 10 milioni di persone. In questa città metropolitana è consigliabile non solo andare presso i famosi luoghi turistici, ma anche in alcuni luoghi nascosti che i turisti raramente visitano. Shibuya, Shinjuku, Harajuku, Roppongi sono aree veramente centrali di Tokyo e adatte a tutto: visite turistiche, shopping, gastronomia, vita notturna, e così via. Un sito ben noto, Kaminari Mon (Tempio Asakusa), ad Asakusa, è un simbolo del Giappone grazie alla sua enorme lanterna rossa di 700 kg di peso. Visitare il mercato del pesce di Tsukiji è un'esperienza davvero peculiare: si tratta di una vasta area, ricca di pesce fresco e frutti di mare, e qui un sacco di proprietari di ristoranti di sushi cercano di comprare la migliore materia prima. Il simbolo più famoso di Tokyo è il Palazzo Imperiale, con i suoi bei parchi del 17° secolo, circondato da mura e fossati. Non lasciatevi scoraggiare dal fatto che la maggior parte del palazzo è chiuso al pubblico (è ancora in uso da parte della famiglia imperiale), in quanto vi sono ancora motivi sufficienti per vederlo semplicemente passeggiando. Oltre alle molte belle vedute del palazzo da numerosi punti nei parchi circostanti - tra cui il famoso Ponte Nijubashi, o "doppio ponte", così chiamato per la sua riflessione nell'acqua - i visitatori sono ammessi al Giardino Orientale Higashi-Gyoen, una delle poche aree aperte al pubblico. Un altra zona da vedere per i turisti in visita a Tokyo è il famoso quartiere commerciale di Ginza, sede del Teatro Kabuki-za con i suoi spettacoli Kabuki, così come il Teatro Enbujo Shimbashi con le sue danze tradizionali Azuma e le performance Bunraku. La Torre di Tokyo è una testimonianza del progresso della tecnologia e la vita moderna. Ispirata al design della Torre Eiffel, è la struttura più alta costruita dall'uomo in Giappone e funziona come una torre di osservazione e di comunicazione. I visitatori possono salire sulla torre per una vista impareggiabile su Tokyo e sulle zone circostanti, nonché per i negozi visitare e per i ristoranti. Il Grande Buddha di Kamakura, alle porte di Tokyo, è una colossale rappresentazione all'aperto di Budda Amida, una delle più celebri figure buddiste del Giappone. Fuso in bronzo, il Grande Buddha è grande più di 13 metri e pesa circa 93 tonnellate. La statua risale al 1252. Anche se in origine era ospitato in un piccolo tempio di legno, il Grande Buddha si trova ora all'aria aperta poiché il tempio originale è stato spazzato via in uno tsunami nel 15° secolo.

 

Kyoto. Se siete veramente appassionati della vera cultura e dell'origine del Giappone, vi consigliamo di andare direttamente a Kyoto. La vecchia atmosfera giapponese aleggia ancora in questa città e si possono vedere un sacco di santuari, templi e altri monumenti storici. La bella Kyoto è una delle città più visitate del Giappone, una delle poche città del Paese risparmiate dalle devastazioni della Seconda guerra mondiale, ed attira più di 10 milioni di visitatori ogni anno per esplorare le sue belle vecchie strade e l'architettura, in gran parte invariata rispetto ai tempi in cui la famiglia imperiale ha preso la residenza qui, più di 1.000 anni fa. Anche allora, la città era il più importante centro culturale del Giappone, un'eredità che continua con i suoi numerosi musei e gallerie d'arte, ognuna piena di importanti sculture, dipinti e altre forme d'arte. Gli highlights dell'architettura buddista che hanno influenzato Kyoto comprendono i suoi numerosi templi ben conservati, di cui 30 sono ancora in uso. Il Tempio Kinkaku, o Tempio del Padiglione d'oro, del 14° secolo, è l'attrazione turistica più popolare in Giappone e Kyoto. Purtroppo, il padiglione in legno originale è stato bruciato nel 1950 da un giovane monaco che era diventato ossessionato. Cinque anni più tardi, il tempio fu ricostruito come una copia esatta dell'originale. L'accento è posto sul fatto che la costruzione ed i giardini circostanti sono in armonia tra loro. Il padiglione è ricoperto in foglia d'oro, che mette in evidenza la riflessione del padiglione nel laghetto e la riflessione dello stagno sulla costruzione. Assolutamente da non perdere per un turista, l'enorme tempio buddista in legno di Kiyomizudera si trova a Kyoto orientale e può essere fatto risalire all'anno 798. Una cascata interna alimentata da un fiume mantiene il tempio in armonia con la natura e non un chiodo è stato utilizzato nella costruzione. I visitatori possono godere di moderni santuari e talismani e opere d'arte in esposizione. Non dimenticate di visitare anche il Castello di Nijo, una fortezza del 17° secolo che ha mantenuto intatte le sue mura originarie, le torri e il fossato; ma anche le sue belle porte e il suo palazzo con il bell'arredamento interno. Merita una visita l'originale Palazzo imperiale di Kyoto (Kyoto-Gosho), costruito nel 794 dC e uno dei siti storici più visitati della città. Infine, nessuna visita a Kyoto è completa senza trascorrere del tempo ad esplorare il boschetto di bambù Arashiyama, una bellissima zona di alti bambù a pochi minuti a piedi dal centro della città.


Hiroshima e Miyajima. Mentre poco occorre dire qui degli orrori del bombardamento atomico di Hiroshima nel mese di agosto del 1945, si può dire molto degli sforzi incredibili che la vibrante città di Hiroshima, oggi completamente ricostruita, ha fatto per ricordare le tante vittime del primo attacco nucleare del mondo, e forse ancor più importante, il simbolo di una pace duratura. Visitato da più di un milione di persone ogni anno, molti dei quali provenienti da oltreoceano, il Memoriale della Pace di Hiroshima (Hiroshima Heiwa Kinen Kōen) si trova nell'epicentro dell'esplosione atomica in quella che era una volta una parte vivace della città e comprende una serie di importanti monumenti, memoriali, musei relativi agli eventi di quel giorno fatidico. Oltre ai motivi ed ai giardini con i loro fiori di ciliegio colorati, i gioielli del parco sono il Museo Memoriale della Pace, con i suoi numerosi reperti che trattano il tema della pace nel mondo, il Memoriale Cenotafio e la Fiamma della Pace, così come la cupola di Genbaku, che sono le rovine di un edificio amministrativo il quale si trovava al centro dell'esplosione e la cui cupola al momento dell'esplosione perse le lastre in bronzo che la ricoprivano. Solo un breve tragitto in traghetto separa Hiroshima dall'isola di Miyajima, famosa nel mondo come isola luogo di culto del Giappone. Coprendo una superficie di 30 chilometri quadrati nella Baia di Hiroshima, Miyajima è meglio conosciuta come la casa del Santuario Itsukushima, un tempio scintoista dedicato alle figlie Principesse del dio del vento Susanoo. Risalente al VIII secolo, la maggior parte degli edifici del santuario sorgono dalle acque di una piccola baia supportati solo da pali. L'effetto con l'alta marea è semplicemente incredibile, rendendo queste strutture - tra cui la famosa Grande Ingresso Galleggiante (O-Torii) - come se galleggiassero sull'acqua. Collegate tra loro da passerelle e ponti, è un luogo affascinante da esplorare, in particolare le sale più grandi, come la squisita Honden, le Sala delle Offerte, la Sala della Preghiera e la Sala delle Mille Mats (Senjokaku). Un'altra caratteristica notevole è il palcoscenico del santuario, dove i visitatori sono intrattenuti con balli tradizionali e spettacoli musicali. Vale anche la pena di esplorare i giardini dell'isola, che ospitano cervi selvatici e numerose colonie di uccelli.

l

Homepage del sito "A SPASSO PER IL MONDO"

Corsica
Ibiza
Canarie
Palma di Maiorca Formentera Creta
Santorini

Mykonos
Zanzibar
Madagascar
Capo Verde Mauritius Seychelles
Bali

Sri Lanka
Hong Kong
Haiti
Bahamas Maldive Hawaii
Figi


Previsioni Meteo
Mappe satellitari
Calcolo itinerario
Situazione traffico Prenotazioni varie Informazioni utili
Foto e webcam

l

         Scarica subito da qui il nuovo libro  
"VOLARE FACILE
"
 

Il libro per avere in pochi minuti un quadro completo e dettagliato
  di come risparmiare sui biglietti aerei e difendersi dai possibili problemi.


(162 pagine, 56 figure a colori)




RISPARMIA CENTINAIA DI EURO CON L'AIUTO DI QUESTA GUIDA!

Vai alla pagina con la descrizione e l'indice del libro cliccando qui





Scarica subito da qui il software  
"CONSUMI AUTO 1.0" 

Per abbattere la tua spesa di carburante e scoprire come si può viaggiare
in auto per andare in vacanza, ma spendendo meno conti alla mano.



L


  HOME Termini e Condizioni  |   Contatti


"A spasso per il... Giappone"
ti consente di risparmiare prenotando da qui la tua auto per il viaggio con

 

 
Interplanet, agente generale Hertz, ti offre le migliori tariffe di noleggio auto e una vasta gamma di veicoli tra cui minivan, cabrio e fuoristrada in tutto il mondo.

Per procedere alla prenotazione clicca qui o su "Prenota adesso"
 
Ultime Offerte

Affrettati e prenota in anticipo l’auto della flotta Hertz che desideri per le tue vacanze!
   
Avrai la tranquillità di trovare il veicolo che desideri al tuo arrivo.
Le tariffe vanno prepagate al momento della prenotazione e garantiscono un ampio risparmio.
È possibile cambiare la prenotazione in qualsiasi momento senza alcun costo aggiuntivo.
Le prenotazioni possono essere annullate entro 7 giorni senza penale contattando Interplanet GSA al numero 199.118855 oppure 02.67073195.
   
 

Regno Unito

Francia

 

Spagna

 

Stati Uniti

 

Italia

 

MIGLIORI
                                                          TARIFFE

Per maggiori informazioni fai riferimento ai Termini e Condizioni allegate.
 
 
 
VIVI IL TUO SOGNO DI VIAGGIO

Scegli tra i veicoli esclusivi della flotta FUN o PRESTIGE.
 

 
Le "migliori tariffe" sono calcolate sulla base delle tariffe standard prepagate Hertz per l'auto di categoria più piccola per 7 giorni in questo mese e sono disponibili solo presso determinate agenzie all'interno del paese indicato. I prezzi indicati sono da intendersi al giorno e sono soggetti a modifiche senza preavviso.
 
 
Questo servizio è offerto da
INTERPLANET SRL - Viale della Liberazione, 18 20124 - MILANO - ITALIA per conto di Hertz Europe Ltd
 

l

Attenzione!  L'autore, per ragioni di tempo, non può rispondere a eventuali richieste di informazioni supplementari o di chiarHomepageimenti relativi agli argomenti trattati in questo sito. Inoltre non si assume alcuna responsabilità riguardo le informazioni fornite, pur avendo posto la massima cura possibile nel verificarle. Sono invece ben accette tutte le segnalazioni di eventuali errori, delle quali ringrazia in anticipo.

                                                                       Copyright © 2019 Mario Menichella. Tutti i diritti sono riservati.