A spasso per... HaitiHomepage


1 - Cosa vedere
       Le località principali
       Le bellezze naturali
       Le altre attrazioni 

2 - Informazioni utili
       Quando e come andare
       Come muoversi ad Haiti
       Documenti, Moneta, Telefono, etc.

3 - Dove mangiare e dormire
       Consigli per i pasti
       Assaggiando la cucina di Haiti
       Consigli per il pernottamento

4 - Alcune mete consigliate
       Port-au-Prince
       Parc National de La Visite
       Bassin Bleu

L



"S
ia prima che dopo il terribile terremoto del 2010, Haiti è un bellissimo posto con un popolo fantastico. Si tratta di una Paese povero e isolato, ma che è intrigante per il turista grazie alla straordinaria bellezza della natura e dei suoi abitanti."


1- Cosa vedere: idee per un itinerario

Le località principali. Haiti è uno stato dei Caraibi il cui territorio occupa la parte occidentale dell'isola di Hispaniola, nelle Grandi Antille. Confina ad ovest con la Repubblica Dominicana. Haiti ha una delle più interessanti culture e secoli di storia alle spalle, fra i Paesi dei Caraibi. Mentre la sua industria del turismo e del tempo libero è molto nelle fasi iniziali, ci sono una grande quantità di siti culturali e storici pronti a ricevere i viaggiatori. I Caraibi iniziano da Port-au-Prince, capitale di Haiti. Fondata dai francesi nel 1770, Port-au-prince è stata in un primo momento la capitale coloniale francese di Santo Domingo, che comprendeva sia Haiti e Repubblica Dominicana. Ora è l'attuale capitale della repubblica di Haiti. Port-au-Prince è il più importante importante centro politico, commerciale, culturale e intellettuale del paese, ed ha una ricca storia, che può essere molto interessante. Cap Haitien è la seconda città più grande di Haiti. E' una calamita turistica, perché qui ci sono molte cose da fare. È il luogo dove si trova Labadee, la Cittadella, Sans Souci, Ramiers, etc. Sita nella regione sud-est di Haiti ad una altitudine di 1500 metri ed a soli 10 chilometri della capitale, Kenscoff è una bella città con una vita notturna vivace, bei ristoranti e gente amichevole. Portate il vostro maglione perché può fare freddo qui. Jacmel, conosciuta dai suoi abitanti anche come Yaquimel, è una bella città portuale, con belle spiagge di sabbia bianca. E' uno dei luoghi più sicuri in Haiti da visitare. I carnevali qui sono una favola a partecipare. Inoltre, mentre siete a Jacmel non dimenticate di visitare il bellissimo Bassin Bleu, dove c'è una cascata e una grotta. Les Cayes è sede di uno dei principali porti di Haiti. E' il più grande fornitore al mondo di vertiver, che odora in modo incredibile. E' una città tranquilla ma vivace. Dista quattro ore di macchina dalla capitale. Marigot, sita nei pressi di Jacmel, è una grande città da visitare con vicine montagne come Loma La Peloma, e il monte Pico Duarte, noto anche come Massif du Nord, che è la vetta più alta in tutti i Caraibi. Durante i mesi estivi frutti come il mango sono i più dolce e abbondanti nella regione.

L

Le bellezze naturali. A Camp Perrin, una città rilassata dove di notte le stelle sembrano essere proprio a portata di mano, non dimenticate di visitare le bellissime cascate del Saut Mathurin, che da sole valgono la visita. L'isola Labadie è una delle principali mete turistiche di tutta Haiti se non la più popolare. L'isola è meglio conosciuta per la sua indiscutibile bellezza paesaggistica. I visitatori possono fare una crociera per tutta l'isola e godersi il paesaggio. Se si vuole fare un tuffo nelle acque fresche dei Caraibi allora si può andare spiaggia per un tuffo o un'immersione in una delle baie e godersi le diverse barriere coralline. L'isola di Amiga è un'isola delimitata da una bella spiaggia, ma la sua bellezza emerge ulteriormente quando ci si immerge nelle sue acque limpide. E' un posto ottimo per lo snorkeling. La bella vita sottomarina, le formazione coralline, e le barriere sono solo a pochi metri di distanza dalla spiaggia, il che la rende molto attraente fra i turista ad Haiti. La Baia di Acul offre una meravigliosa quantità di attività acquatiche che i turisti possono provare. Si trova lungo la costa occidentale ed è superlativa. Il luogo è naturalmente protetto dalle tempeste ed è stato scelto da Cristoforo Colombo stesso come un rifugio quando è arrivato nel suo primo viaggio. Plaine du Cul de Sac è un punto di riferimento ad Haiti ed è anche un importante richiamo turistico. Si trova vicino al confine del paese con lo Stato dominicano. E' un luogo ideale per chi vuole andare nella natura in questa enorme distesa di terra rigogliosa che presenta rare specie, tra cui aironi, fenicotteri, e anatre. Il Parco Nazionale Pic Macaya è uno dei due parchi nazionali di Haiti. Esso comprende due colline, tagliate da gole profonde che danno luogo a grandi fiumi. Il Parco Nazionale culmina a 2347 metri nella parte superiore del picco di Macaya. Il Parco Nazionale protegge la foresta pluviale che copre parte del Massif de la Hotte. La vegetazione è lussureggiante nella foresta che circonda questa catena montuosa. Il parco nazionale è la patria di 65 specie di uccelli, alcune delle quali sono endemiche. Il parco protegge 141 specie di orchidee, di cui 38 sono endemiche, e 367 altre piante da fiore, di cui 55 riguardano solo l'isola di Haiti

L

Le altre attrazioni. L'imponente palazzo Sans Souci fu la casa di  Re Henri Christophe dopo la sua apertura nel 1813. Oggi, è il fiore all'occhiello della piccola città di Milot. Petionville è una delle attrazioni turistiche più amate di Haiti. Si trova nella capitale del paese ed è una zona piuttosto popolare che si trova a Port-au-Prince. Qui troverete un sacco di comfort moderni, che sono una delizia dopo una giornata passata a visitare il paradiso caraibico. Si passare prendere un paio d'ore fuori a pranzo in ristorante o in cerca di offerte speciali in uno dei tanti negozi. Oltre allo shopping o al cibo, si può anche sperimentare l'eredità educativa del paese. Ci sono un sacco di istituzioni culturali a Petionville che si possono visitare. Citadelle Laferriere è uno dei siti storici di Haiti, non solo una popolare meta turistica, ma anche un punto di riferimento importante nel paese. Si tratta di una vecchia fortezza costruita su un grande base nella parte settentrionale del paese. E' un patrimonio mondiale dell'Unesco ed è anche considerata un'icona tra la gente del posto. La costruzione di questa fortezza è iniziata nel 1805. Ci sono quelli che associano i Caraibi con il rum per qualche motivo. Forse è dovuto al fatto che alcuni dei migliori rum che si conoscano sono nati qui. Se volete alcuni dei migliori rum del paese allora si dovrebbe fissare un appuntamento a pagamento per visitare la Barbancourt Rum Distillery. Questa birreria è una popolare meta turistica che illustra ai visitatori come si fa il rum. Non solo si ottiene un tour e una dimostrazione della produzione di rum, ma si riceverà anche un campione gratuito dopo il tour. Gli appassionati di storia e cultura appassionati potranno godersi una gita al Musee de Guahaba. Le sue collezioni ritraggono illustrano come la varietà di gruppi di persone indigene hanno sviluppato la loro cultura e modo di vivere. Il Museum of Art di Haiti è un altro piacevole museo per coloro che vogliono informazioni sul "colore" locale, con le opere d'arte al posto della gente locale. Questo museo è situato all'interno del collegio di Saint Pierre. Il Musée du Pantheon Nazionale Haitien, MUPANAH in breve, è uno dei migliori musei dei Caraibi. Qui troverete manufatti come l'ancora della Santa Maria di Colombo  





2- Informazioni utili

Quando e come andare. Il periodo migliore per visitare Haiti sono i mesi che vanno da novembre a marzo, infatti in questo periodo le temperature sono un po' meno alte le piogge più rare e l'aria meno umida. Consigliamo di visitare l'isola nel periodo del Carnevale (i tre giorni precedenti il Mercoledì delle Ceneri) o durante il Rara (la settimana prima di Pasqua), quando ovunque la musica e la danza sembrano nascere spontaneamente. Haiti ha un clima tropicale umido, con temperature calde durante tutto l'anno, che diventano più miti e fresche con l'altitudine. Nella capitale Port-au-Prince, le più alte temperature medie variano tra i 34 °C e 31 °C, mentre le temperature medie minime variano tra i 20 °C e 23 °C. Ci sono due stagioni delle piogge distinte, la prima con piogge più intense e forti nei mesi tra aprile e giugno, la seconda più leggera tra agosto e ottobre. Durante la stagione delle piogge in particolare tra giugno e Ottobre possono arrivare degli uragani dell'isola. Haiti si trova infatti nel mezzo della hurricane belt (area soggetta ad uragani) ed è soggetto a gravi tempeste da giugno a novembre. Si verificano occasionali inondazioni, terremoti e siccità. Le precipitazioni più intense sono registrate nella penisola Tiburon nella parte meridionale del Massiccio de la Hotte, e nella parte nord-orientale dell'isola. La media annuale delle precipitazioni nella capitale Port-au-Prince è 1.400 mm di pioggia, con una media di circa 100 giorni di pioggia all'anno. Il clima è semi-arido sul versante dove le montagne bloccano gli alisei, in particolare nel corridoio del Cul-de-sac, a est di Port-au-Prince. La temperatura dell'acqua di mare di Haiti varia tra i 26 °C a febbraio e 29 °C nel mese di agosto, settembre e ottobre. Ad Haiti c'è un solo aeroporto internazionale denominato Guy Malary International Airport, ma meglio noto come Port-au-Prince International Airport. Il secondo aeroporto del paese è situato presso Cap-Haïtien e serve soltanto qualche volo internazionale. L'unico modo per arrivare nell'isola dall'Italia è fare scalo in Francia. Atterrare a Santo Domingo e attraversare tutta la Repubblica Dominicana evita un volo proibitivo con scalo e pernottamento quasi forzato a Miami.

L

Come muoversi ad Haiti. La compagnia aerea Caribintair collega con voli giornalieri le città di Cap-Haitien, Hinche e Jérémie. È possibile noleggiare un veicolo con autista per guidare in giro mentre siete in Haiti. E' più costoso di un autobus urbano o tap-tap, ma è simile al noleggio di un'auto. Gli spedizionieri possiedono i propri veicoli, di solito a 4 ruote motrici, e si può prenderne per qualsiasi luogo in cui si desidera andare. Ci sono infatti pochissimi cartelli stradali per cui è difficile orientarsi per le strade senza aiuto. L'autista può anche fare da interprete per voi e consigliarvi i posti per mangiare e soggiornare. Quando alla ricerca di un autista, l'Oloffson è un posto facile per iniziare: i conducenti spesso aspettano intorno il vialetto alla ricerca di offerte. Indipendentemente da dove si vive, è abbastanza facile avere chiamato dalla reception un taxi, che molto probabilmente sarà guidato da un amico o un parente. Le auto possono essere affittate tramite Hertz, Avis, etc. I taxi ad Haiti sono di solito sotto forma di SUV o camion, dato che la maggior parte delle strade sono in attesa da tempo per le riparazioni,in aggiunta alla pletora di strade non asfaltate che si affrontano durante il viaggio ad Haiti. Il prezzo è spesso giusto (cioè, HTG450 o 11,53 euro, da Port-au-Prince a Léogâne), ma offre sicurezza e comfort, che non può essere trovato in sella a un tap-tap o su un autobus. Gli autobus sono il modo più economico per viaggiare in Haiti. I tap-tap haitiani vengono modificati da camion o furgoni e sono onnipresenti in tutta Haiti. Una cabina con tettoia simile a legno rialzata di solito si trova sopra il letto del camion mentre panche di legno sono fissate ad esso e servono come sedili. I tap-tap sono spesso dipinti con colori vivaci. A Port-au-Prince, la maggior parte delle rotte costano 10 gourdes (0,25 euro). Sono anche molto convenienti in quanto fermeranno ovunque lungo il percorso: semplicemente urlate "Merci!" per indicare al conducente di fermarsi. Un'alternativa più comoda per i viaggi a lunga distanza sono i minibus. Questi si riuniscono in varie zone in tutta la città, organizzati per destinazione.


Documenti, Moneta, Telefono, etc.  Per recarsi ad Haiti per un soggiorno massimo di 3 mesi è sufficiente essere muniti di un passaporto con validità residua di almeno 6 mesi, ed avere un visto turistico, che può essere acquistato anche direttamente all'aeroporto di arrivo, purché si abbia il biglietto aereo A/R, un attestato di soggiorno e una fototessera. Sono indispensabili i vaccini per la febbre tifoide e per la poliomelite. Si consiglia una profilassi antimalarica, dato che la malaria imperversa nella regione. Anche la dengue si trasmette attraverso le zanzare, ma non esistono vaccini. E' raccomandabile stipulare una polizza assicurativa prima del viaggio: ad esempio la Elvia, che costa poco e copre un eventuale ricovero ospedaliero, etc. La moneta ufficiale utilizzata è il Gourde, chiamato anche dollaro haitiano (HTG), pertanto gli eventuali prelievi agli sportelli Bancomat forniranno, ovviamente, contante in tale valuta. Le carte di credito sono accettate quasi ovunque (ma le Visa sono poco utili), mentre le banche sono aperte dal lunedì al venerdì con orario 9-13, mentre il sabato sono chiuse. Per telefonare da Haiti in Italia bisogna comporre +0039 seguito dal numero che si desidera chiamare, mentre per telefonare dall'Italia ad Haiti bisogna digitare +00509 seguito dal numero telefonico senza lo "0" iniziale. Per chiamare in Italia, risulta conveniente usare una scheda telefonica prepagata, acquistabile presso un qualsiasi tabaccaio. Non vi sono problemi ad usare il cellulare, purché il telefonino sia abilitato dal vostro gestore telefonico al roaming internazionale, ma le tariffe sono piuttosto care. Ci sono tantissimi internet point e internet cafes ad Haiti. Il voltaggio della corrente ad Haiti è 110 V, per cui occorre un adattatore, mentre la differenza di fuso orario rispetto all'Italia è di 6 o 7 ore a seconda del periodo dell'anno. 




3- Dove mangiare e dormire
L

Consigli per i pasti. La cucina haitiana è un interessante connubio di influenze africane e francesi, con un gusto occasionale di peperoncino usato per un tocco caraibico. Mangiare fuori è tipicamente un affare senza cerimonie, molto probabilmente il cibo vi sarà servito in una scatola di polistirolo sulla strada da una donna che cucina diversi vasi sopra un braciere di carbone. Port-au-Prince (in particolare Pétionville) ha i più lussuosi ristoranti con una vasta varietà di cucine, anche se altrove non c'è molto cibo internazionale, oltre hamburger, pizza e spaghetti. A maggior ragione quindi meglio attenersi alla cucina haitiana. Ci sono un sacco di buone ed economiche opzioni di cibo di strada per mangiare veloce, la maggior parte delle quali riguardano cibo fritto. Pezzi di pollo, manzo, di pesce o di capra sono fritti, ma più gustosi di tutti è il Griyo, o maiale fritto. Opzioni vegetariane includono marinad (palline di pasta fritta), Accra (frittelle di Malanga, una radice amido vegetali), e l'onnipresente bannann Pese (banana fritta). Per un paese con una linea costiera del genere, non è una sorpresa che il pesce sia abbondante. Ovunque vicino al mare è possibile trovare un sacco di pesce (pwason), aragoste (affa) e soprattutto conchiglie (lambi), che sono raccolte in gran numero. La piantaggine è anche tagliata a fette sottili per fare un equivalente locale delle patatine fritte, chiamato papite, venduto in piccoli sacchetti, spesso con pane simile preparato (lanm veritab). Un'altra buona merenda da mangiare in viaggio è il patè, piccola pasticceria salata a base di carne, pesce o pollo. I succhi di frutta sono molto popolari. Migliore di tutti è lo shadek, a base di pompelmo haitiano, e più dolce del pompelmo normale. L'acqua trattata è ampiamente disponibile e viene fornita gratuitamente nella maggior parte dei ristoranti. È possibile acquistare piccole bottiglie in tutto il mondo, mentre il marchio Culligan è diventato sinonimo di acqua trattata, ed è spesso usato come abbreviazione per i contenitori da venti litri che di acqua trattata. Sulla strada, si possono vedere anche venditori di piccoli sacchetti di acqua trattata, per qualche gourdes ciascuno. Non bevete l'acqua del rubinetto. Il caffè viene coltivato in tutta Haiti, ed è quasi ovunque eccellente - ricco di sapore e privo di amarezza. Tra i marchi locali, sia Café Rebo che Café Selecto offrono buone miscele.

L

Assaggiando la cucina di Haiti. Se Haiti ha un piatto nazionale, deve essere il riso cotto lentamente con fagioli e servito con brodo o salsa. Si trova ovunque, e se ne mangia un sacco. La salsa, chiamata Bouyon o ragù, è quasi sempre uno stufato con un po' di patate, cipolla e pomodoro, spezie e preferibilmente a base di carne di manzo, capra o ​​di pollo. Il legim è uno stufato contenente solo le verdure, anche se i vegetariani devono tenere presente che, ove possibile, la carne viene utilizzata come aromatizzante in magazzino. La piantaggine (bannann) è un accompagnamento comune, sia a fette che fritta, o in umido. Altri ortaggi e legumi usati sono lo yam (yanm) e il militon (un tipo di zucca). Un'inaspettata influenza sulla cucina haitiana viene dai piatti arabi portati in da immigrati siriani e libanesi nel 20° secolo. Degno di nota è il kibbeh - carne macinata di manzo e grano bulgur trasformato in palle e fritto. I gusti haitiani hanno reso un po' più piccante la ricetta tradizionale. Gli spaghetti sono ampiamente disponibili, anche se sono stati adottato quasi esclusivamente come un piatto di prima colazione, spesso con aringhe e idealmente servito generosamente coperti in salsa di pomodoro. La maggior parte degli hotel offrirà uova e pane così. La locale marmellata guava (gwayav) è eccellente, così come il burro di arachidi, servito semplice oppure con un pizzico di peperoncino (Piman mamba). Una variante di riso e fagioli è il diri Djon Djon - piccoli funghi secchi cucinati con il riso, che gli imprimono una grande sapore. Gli avocado (zaboka) fanno un buon accompagnamento a quasi ogni pasto. Le minestre sono popolari. La più famosa è la zuppa jomou (a volte chiamata anche zuppa giramoun) realizzata con zucche e mangiata ogni 1° maggio (Independence Day). Anche comune è il mayi moulen, un manioca porridge di spessore, servito come accompagnamento di un pasto principale. Come si addice a qualsiasi paese caraibico, gli haitiani sono orgogliosi del loro rum (rhum). Il marchio più celebre è il Barbancourt, un rum bidistillato scuro fatto dalla canna da zucchero locale (non melassa, come molti rum).

L

Consigli sul pernottamento. Le sistemazioni sono limitate ad Haiti. Le strutture esistenti includono piccole locande modeste, pensioni e alberghi in stile palazzo. La maggior parte degli alloggi si trova a Port-au-Prince e Pétionville, mentre gli alberghi sulla spiaggia sono a nord della capitale sulla strada per San Marc o ovest verso Petit-Gonâve. L'alloggio può essere inoltre essere trovato a Cap-Haïtien, Les Cayes, la zona Gonâve Bay, Jacmel e la zona della spiaggia di Petit-Gonâve. Piscine e aria condizionata sono essenziali negli alberghi più centrali, dove il calore può diventare serio. Tutte le località offrono riduzioni sostanziali tra il 16 aprile e il 15 dicembre. Una tassa per stanza del 10% viene aggiunto a tutte le fatture d'albergo. E' fondamentale effettuare le prenotazioni con largo anticipo per il periodo di Carnevale. Ci sono molte pensioni in tutta Haiti. Tuttavia, queste sono piuttosto difficile da trovare, mentre si è all'estero. Molte di queste pensioni chiedono da circa 25 a 35 dollari a notte e comprendono da 2 a 3 pasti durante il giorno. A volte queste case sono associate con orfanotrofi (come la Casa di San Giuseppe per i ragazzi). Il camping è un'attività per la quale occorre stare attenti ad Haiti: è meglio stare vicino alle autorità quando lo si fa. La Furcy Forest è un ottimo posto per fare questa attività, così come alcuni degli altri parchi nazionali di Haiti. Ricordatevi di prendere tutte le precauzioni sul serio, e guardare tutto da vicino. Ci sono molti begli hotel e resort ad Haiti. A Port-au-Prince non c'è Le Plaza, che si trova nel cuore della città. E' un posto molto confortevole in cui soggiornare e ha un bel ristorante. Il personale parla inglese a vari livelli. Un altro hotel molto bello è Visa Lodge, che si trova vicino all'aeroporto. Esso ha anche un ristorante e una piscina. Il personale parla anche inglese e accettano denaro e carte di credito. Un classico albergo merita una visita anche se non si soggiorna ed è l'Oloffson, ospitato in una fioriera francese (queste case sono gli edifici coloniali più interessanti di Haiti). Tuttavia, non è stato ben mantenuto, e il servizio è mediocre. Grandi alberghi commerciali come il Royal Oasis, il Marriot di recente costruzione, il Best Western, e l'Hilton, sono pure sbarcati ad Haiti. Haiti è la patria di NH El Rancho, che comprende un casinò. Nel nord vicino e a Cap Haiti molti nuovi alberghi sono stati costruiti

L




4- Alcune mete consigliate
L

Port-au-Prince. Circa due milioni di persone vivono nella grande area metropolitana di Port-Au-Prince, città stretta tra le pianure costiere e le alte pendici dei monti che si innalzano sopra di loro. Progettata per una popolazione di un quarto delle sue dimensioni, le infrastrutture di Port-au-Prince scricchiolano sotto la pressione demografica, uno stato di cose peggiorato dalle fasce della città crollata nel devastante terremoto di magnitudo 8 del 2010, che ha semidistrutto il Palazzo presidenziale ed moltissimi edifici. La ricostruzione è stata lenta, e le cicatrici sono ancora sotto gli occhi di tutti, ma in contrasto con le aspettative di molti visitatori per la prima volta la città non è solo un gigantesco mucchio di macerie. Port-au-Prince è un posto rumoroso, le sue strade sono intasate di venditori ambulanti e ingorghi, ma è anche un luogo di musica vivace, vibrante arte e ottimi ristoranti, di partite di calcio improvvisate guardate con davanti una birra fredda di un venditore ambulante. Le case di blocchi di cemento del mondo in via di sviluppo si siedono gomito a gomito con case fantasia 'di pan di zenzero ", mentre la città rimane sorprendentemente verde dato il suo sviluppo incontrollato: non stupitevi quindi se si scorge uno stormo di pappagalli che volano volando tra alberi di mango. La maggior parte dei visitatori di Port-au-Prince tendono a dividere il loro tempo tra la downtown ('la Ville') o su per la collina a Pétionville. La maggior parte delle attrazioni si trovano in centro, mentre Pétionville ha una migliore varietà di opzioni per mangiare e per i negozi. Le scelte di alloggio sono suddivisi abbastanza equamente tra di loro. Port-au-Prince ha una varietà di attrazioni turistiche, dalle splendide spiagge ad attrazioni situate sopra la città per una veduta mozzafiato. Port-au-Prince è la patria di oltre il 90% delle persone che vivono nella regione ovest. Analogamente a qualsiasi altra grande città o capitale, Port-au-Prince ha registrato una convergenza di culture provenienti da tutto il paese, il che lo rende il punto di partenza perfetto per esplorare tutto ciò che c'è di buono nel popolo haitiano in generale.

 

Parc National de La Visite. Il Parco Nazionale La Visite è uno dei due parchi nazionali di Haiti, e si trova nel sud dell'isola, nella catena sella. Il parco si estende su una superficie di 30 km2, fino al confine con la Repubblica Dominicana. Il parco offre un paesaggio collinare, solcato da burroni e cascate. Il parco è stato creato nel 1983 per proteggere la flora della deforestazione. Il parco si sviluppa un bosco misto composto di latifoglie e conifere, e contiene la più grande riserva di pino di Haiti. La pineta è situato a 1.900 metri sul livello del mare, in media. Nonostante la creazione di questo parco, la deforestazione continua. Una consapevolezza e lo sviluppo dell'ecoturismo potrebbero contribuire a limitare la deforestazione dilagante. Il Parco Nazionale La Visite è anche parte della zona cuore della riserva della biosfera di La Selle, designata Patrimonio dell'Unesco nel 2012. Fare un'escursione attraverso il Parc National La Visite è una delle forme migliori di esercizio che Haiti può offrire. La maggior parte delle persone scelgono di fare trekking da Furcy a Seguin, nel cuore del parco nazionale. E' una lunga mezza giornata secondo i livelli di fitness, e c'è un alloggio, alla fine di esso. Da Seguin, si può rimanere in zona ed esplorare a piedi, tornare sui propri passi verso Furcy, o continuare giù per le montagne per finire poi a Jacmel. E' meglio partire presto da Furcy per evitare di camminare troppo nella calura del giorno, dato che il sole è molto più forte a questa altitudine. Il percorso da Carrefour Badyo ha una vista ininterrotta in tutto il Massif de la Selle. Il terreno qui è in gran parte spoglio di alberi. La terra rossa potrebbe apparire secca e polverosa, ma è incredibilmente fertile. Non c'è praticamente nessuna ombra. Portate molta acqua, ma anche ricordare che le nubi arrivare in qualsiasi momento e la temperatura crollare. Il percorso per Seguin è quasi interamente in salita, ma i panorami sono sempre gratificanti. Qui vedrete la pineta, nel cuore del parco nazionale. Come si scende dalla auberge a Seguin, l'altopiano è disseminato di campi di strane formazioni rocciose sporgenti dal terreno in calcare carsico stagionato in forme frastagliate.


Bassin Bleu. Nascosto tra le colline sopra la pittoresca cittadina di Jacmel, nella regione sud-est di Haiti, il Bassin-Bleu è un'esperienza di una vita. Il Bassin Bleu è un sito naturale: si tratta di una serie di stagni lungo la Petite Rivière de Jacmel. Per arrivarci, dobbiamo prendere la direzione della Jacmel Valley verso Bassin Bleu. Sio raggiunge così la frazione Bassin-Bleu, mentre la strada per il sito è da percorrere a piedi. L'accesso è abbastanza difficile, essendo un tracciato tortuoso nelle colline (montagne). Ne vale però sicuramente la pena. Il sito dispone di quattro piscine: Horse Basin, profondo 2,7 metri, bacino Yes di 4,6 m, Palmiste di 17,4 m, bacino Clair di 22,8 m, il più conosciuto e di gran lunga il più spettacolare, con l'acqua che da grande altezza cade in una vasca di acqua turchese. Saltate dalle cascate, nuotate nei bacini freddi, godete della copertura fresco della vegetazione lussureggiante nella vostra grotta privata. Bassin-Bleu è veramente un tesoro nazionale di Haiti - in realtà, un motivo per fare il viaggio verso l'isola di Hispaniola. La visita a Bassin-Bleu è limitata a una quantità minima di turisti al giorno per preservare la sua integrità ambientale. A causa di questa esclusività, assicuratevi di controllare con il vostro organizzatore locale per essere sicuri di viaggiare al sito nel giorno desiderato. Inoltre, si prega di assicurarsi di lasciare Bassin-Bleu incontaminata come lo avete trovato. Dall'edificio reception, c'è solo una breve passeggiata per le piscine. Le guide locali saranno lieti di aiutarvi nel vostro cammino e hanno la corda necessario per raggiungere le piscine, quindi gentilmente accettate la loro offerta (una ragionevole "mancia" per questo servizio è di 5-10 euro). Haiti è un paese in via di sviluppo pieno di gente calda e ospitale, ma non è preparato per le comodità di non essere disponibile. Ci sono diversi artisti a Bassin-Bleu che saranno lieti di mostrarvi il loro lavoro e gli abitanti saranno lieti di rinfrescarsi con frutta locale (senza alcun costo, ma si consiglia di portare un paio di monete da 1 euro come un "grazie"). Pochissime persone a Bassin-Bleu parlano inglese, quindi potrebbe essere nel vostro interesse praticare un po' il francese.

l

Homepage del sito "A SPASSO PER IL MONDO"

Corsica
Ibiza
Canarie
Palma di Maiorca
Formentera Creta
Santorini

Mykonos
Zanzibar
Madagascar
Capo Verde
Mauritius Seychelles
Bali

Sri Lanka
Hong Kong
Haiti
Bahamas Maldive Hawaii
Figi


Previsioni Meteo
Mappe satellitari
Calcolo itinerario
Situazione traffico Prenotazioni varie Informazioni utili
Foto e webcam

l

         Scarica subito da qui il nuovo libro  
"VOLARE FACILE
"
 

Il libro per avere in pochi minuti un quadro completo e dettagliato
  di come risparmiare sui biglietti aerei e difendersi dai possibili problemi.


(162 pagine, 56 figure a colori)




RISPARMIA CENTINAIA DI EURO CON L'AIUTO DI QUESTA GUIDA!

Vai alla pagina con la descrizione e l'indice del libro cliccando qui





Scarica subito da qui il software  
"CONSUMI AUTO 1.0" 

Per abbattere la tua spesa di carburante e scoprire come si può viaggiare
in auto per andare in vacanza, ma spendendo meno conti alla mano.



L


  HOME Termini e Condizioni  |   Contatti


"A spasso per... Haiti"
ti consente di risparmiare prenotando da qui la tua auto per il viaggio con

 

 
Interplanet, agente generale Hertz, ti offre le migliori tariffe di noleggio auto e una vasta gamma di veicoli tra cui minivan, cabrio e fuoristrada in tutto il mondo.

Per procedere alla prenotazione clicca qui o su "Prenota adesso"
 
Ultime Offerte

Affrettati e prenota in anticipo l’auto della flotta Hertz che desideri per le tue vacanze!
   
Avrai la tranquillità di trovare il veicolo che desideri al tuo arrivo.
Le tariffe vanno prepagate al momento della prenotazione e garantiscono un ampio risparmio.
È possibile cambiare la prenotazione in qualsiasi momento senza alcun costo aggiuntivo.
Le prenotazioni possono essere annullate entro 7 giorni senza penale contattando Interplanet GSA al numero 199.118855 oppure 02.67073195.
   
 

Regno Unito

Francia

 

Spagna

 

Stati Uniti

 

Italia

 

MIGLIORI
                                                          TARIFFE

Per maggiori informazioni fai riferimento ai Termini e Condizioni allegate.
 
 
 
VIVI IL TUO SOGNO DI VIAGGIO

Scegli tra i veicoli esclusivi della flotta FUN o PRESTIGE.
 

 
Le "migliori tariffe" sono calcolate sulla base delle tariffe standard prepagate Hertz per l'auto di categoria più piccola per 7 giorni in questo mese e sono disponibili solo presso determinate agenzie all'interno del paese indicato. I prezzi indicati sono da intendersi al giorno e sono soggetti a modifiche senza preavviso.
 
 
Questo servizio è offerto da
INTERPLANET SRL - Viale della Liberazione, 18 20124 - MILANO - ITALIA per conto di Hertz Europe Ltd
 

l

Attenzione!  L'autore, per ragioni di tempo, non può rispondere a eventuali richieste di informazioni supplementari o di chiarHomepageimenti relativi agli argomenti trattati in questo sito. Inoltre non si assume alcuna responsabilità riguardo le informazioni fornite, pur avendo posto la massima cura possibile nel verificarle. Sono invece ben accette tutte le segnalazioni di eventuali errori, delle quali ringrazia in anticipo.

                                                                       Copyright © 2019 Mario Menichella. Tutti i diritti sono riservati.