A spasso per il... MadagascarHomepage


1 - Cosa vedere
       Le località principali
       Le bellezze naturali
       Le altre attrazioni 

2 - Informazioni utili
       Quando e come andare
       Come muoversi in Madagascar
       Documenti, Moneta, Telefono, etc.

3 - Dove mangiare e dormire
       Consigli per i pasti
       Assaggiando la cucina del Madagascar
       Consigli per il pernottamento

4 - Alcune mete consigliate
       Ile Sainte Marie
       Antananarivo
       I Parchi di Isalo e Ranomafana

L



"U
na delle ultime aree della Terra non ancora rovinate dall'uomo, la bellezza naturale e la diversità ecologica del Madagascar, con piante e animali che non si trovano altrove nel mondo, lo rendono come un Paese dimenticato dal tempo."


1- Cosa vedere: idee per un itinerario

Le località principali. Conosciuto anche come la Grande Isola Rossa, a causa del colore predominante del suo suolo, il Madagascar è un ecosistema unico. Situato a 600 km dalla costa orientale dell'Africa, questa isola gigante si è divisa dal continente nero oltre 120 milioni di anni fa. Isolata dal resto del mondo, il Madagascar ha dato alla luce alcune specie molto uniche di animali e paesaggi mozzafiato. L'isola principale, anch'essa chiamata Madagascar, è la quarta più grande isola del mondo. Essa ospita il 5% delle specie animali e vegetali del mondo, l'80% delle quali sono endemiche del Madagascar. Con 5.000 chilometri di costa, 450 km di barriera corallina e 250 isole, nessun soggiorno in Madagascar sarebbe completo senza un paio di giorni sulle coste dell'isola. I divers potranno divertirsi nella scelta dei siti, da 'cattedrali' subacquee a luoghi di naufragi, e apprezzeranno la possibilità di vedere razze, squali balena, squali di barriera e molti altri tipi di squali. Gli snorkellers saranno impressionati dalla grazia pura delle tartarughe e potranno ammirare l'arcobaleno di colori visualizzati da coralli e pesci. Per tutti coloro che desiderano mantenere la testa fuori dall'acqua, le spiagge idilliache si riveleranno difficile da resistere. Ed è possibile partecipare con un pescatore locale a un viaggio su una piroga (canoa), andare a vela per esplorare le isole vicine o a bordo di una barca per il whale-watching ad ammirare megattere, uno degli spettacoli più maestosi della natura. L'isola di Nosy Be è la più grande località turistica, e più famosa, del Madagascar. E' circondata da numerose altre isole più piccole come Nosy Komba, Nosy Tanikely o Nosy Sakatia, ognuna di loro un vero e proprio paradiso tropicale. Ci sono molte cose da fare qui, dall'abbronzarsi sulle splendide spiagge di Andilana e Amporaha alla visita al punto più alto dell'isola, Mont Passot, al visitare i mercati alla periferia di Hellville City. Nosy Be offre un vero spettacolo di profumi, con sentori di ylang-ylang, vaniglia, citronella e patchouli ad emozionare i sensi non appena si scende dall'aereo. Le isole vicine minori di Nosy Iranja e Nosy Mitsio vantano proprie spiagge, con Tsarabanjina su quest'ultima isola tra le più alla moda. Inoltre, l'isola di Nosy Tanikely dispone di una riserva marina che offre snorkeling ed immersioni subacquee di fama mondiale.

L

Le bellezze naturali. La Riserva Tsingy de Bemaraha si trova nella regione meridionale della più grande riserva naturale del Madagascar, Riserva Naturale di Tsingy de Bemaraha Strict. La parola "Tsingy" si riferisce ai pinnacoli che costellano l'altopiano calcareo del parco. Sito vicino alla costa occidentale del paese, il parco offre una vasta distesa di foresta di mangrovie. Il parco ospita sette specie di lemuri, tra cui il sifaka Deckens, un genere di lemure che si distingue per la sua pelliccia bianco crema e il volto nero. Il Parco Nazionale di Andasibe-Mantadia, che comprende circa 100 miglia di terreno nel Madagascar orientale, è la patria di undici specie di lemuri, tra cui il più grande lemure del paese, l'Indri. Situato nei pressi della capitale del Madagascar di Antananarivo, Andasibe-Mantadia è uno dei parchi più facili da visitare. Il parco è diviso in due aree, il Parco Nazionale di Mantadia e la Riserva Analamazaotra. Guide locali conducono tour da 1 a 6 ore di una delle aree. Il Viale dei Baobab è un gruppo di alberi che fiancheggiano la strada sterrata tra Morondava e Belo Sur Tsiribihina, nel Madagascar occidentale. Il suo suggestivo paesaggio attira turisti da tutto il mondo, il che lo rende uno dei luoghi più visitati della regione. Gli alberi Baobab, fino a 800 anni di età, non erano originariamente una "torre" isolata sopra il paesaggio, ma stavano in una fitta foresta tropicale. Nel corso degli anni, le foreste sono state liquidate per l'agricoltura, lasciando solo i famosi alberi di baobab. Sito nel nord-est del Madagascar, il Parco Nazionale Masoala copre quasi 250 miglia di foresta pluviale e comprende pure tre parchi marini. Il parco dispone di dieci specie di lemuri, tra cui il Aye-aye, il più grande primate notturno nel mondo. Il parco è anche sede di una gamma diversificata di uccelli e rettili, tra cui la rana pomodoro, chiamata per la sua brillante colore rosso. Il Parco Nazionale Ampijoroa è una foresta decidua generalmente secco sita nella parte occidentale del paese, che mette in mostra una fauna selvatica autoctona, tra cui diverse specie di lemuri. Il parco è anche un paradiso per birdwatcher, dato che ospita rare specie di uccelli come l'aquila pescatrice del Madagascar, il martin pescatore pigmeo, etc. Il coccodrillo del Nilo spesso può essere intravisto nel e intorno al lago Ravelobe, che si trova al centro del parco. Tutta l'esplorazione deve essere fatto a piedi, dato che qui non ci sono quasi strade. Il pernottamento in campeggio è popolare tra i viaggiatori avventurosi

L

Le altre attrazioni. Ifaty è il nome dato a due villaggi di pescatori polverosi, sulla costa sud-ovest del Madagascar. Una novantina di chilometri al largo, lungo barriera corallina c'è una barriera naturale per le onde del mare agitato, creando le acque costiere che sono l'ideale per le immersioni, lo snorkeling e la pesca. L'entroterra deserto è noto per la sua foresta spinosa, dove gli alberi di baobab di strane forme hanno prosperato per secoli. Considerato uno dei luoghi più sacri del paese da parte del popolo malgascio da circa 500 anni, la Royal Hill di Ambohimanga è un villaggio storico che un tempo era sede dei reali del Madagascar, ed è un patrimonio mondiale dell'Unesco che si trova a circa 12 miglia dalla capitale del Madagascar Antananarivo. E' caratterizzata da luoghi di sepoltura e rovine della città antica. Il muro che circonda il villaggio è stato fatto nel 1847 ed è stato costruito con una malta di calce ed albumi. Il complesso Mahandrihono comprende l'ex casa di Re Andrianampoinimerina, con pareti fatte di legno di palissandro solido, e manufatti del grande re dell'isola, tra cui tamburi, armi e talismani. La piccola isola di Nosy Be è uno dei principali luoghi turistici del Madagascar, attirando migliaia di turisti provenienti da tutto il mondo tutto l'anno. Anche le spiagge di Nosy Be non appaiono perfette come alcune altre spiagge tropicali, fanno vincere punti per la tranquillità, l'acqua turchese chiaro e gli ottimi ristoranti di pesce che servono pesce cena sulla sabbia. Se siete alla ricerca di una vacanza insolita, uno yacht charter in Madagascar potrebbe essere una buona scelta. Si può essere sicuri che i vostri vicini non sono stati lì. Per coloro che desiderano noleggiare una nave o una barca senza disposizioni o equipaggio, una "guida" di solito è incluso nel prezzo del noleggio yacht. Anche se obbligatoria, arriva compresa nel prezzo ed è essenziale per la moltitudine di servizi che fornirà. Egli preparerà il cibo, raccomanderà gli ancoraggi, saprà dove pescare e riempire i serbatoi dell'acqua. Parlerà la lingua locale e avrà un rapporto stabilito con la popolazione locale. Egli proteggerà la barca da furti quando la si lascia per esplorare a terra. La guida vive completamente sull'esterno della barca e non richiede una cabina. Uno yacht charter per il Madagascar è un po' un'avventura alla "Robinson Crusoe", ma ne vale la pena  





2- Informazioni utili

Quando e come andare. In linea generale, il nord è caldo e umido, l'est è più umido, e il sud è arido. La stagione più piovosa è gennaio-marzo, con cicloni nel mese di febbraio, ma al di fuori di questi mesi, il periodo migliore per visitare il Madagascar dipende dal vostro itinerario. Gli altopiani centrali sono freddi e umidi in maggio-ottobre, ma questi mesi sono il periodo migliore per visitare il sud-ovest asciutto del Madagascar - dove le temperature in estate (novembre-gennaio) sono di un caldo insopportabile. Infatti, gli altopiani centrali del Madagascar e la costa nord possono diventare estremamente bagnati nel mese di gennaio fino a marzo con i cicloni di febbraio rendendo l'inizio dell'anno un periodo da evitare, anche se l'alloggio sarà più conveniente e ci saranno sicuramente meno turisti. Aprile fa ancora qualche tempesta ma è l'inizio della stagione secca del Madagascar con un sacco di lussureggiante fogliame verde che rende aprile o maggio il periodo migliore per visitarlo, soprattutto per i surfisti. Visitare il Madagascar in giugno e luglio è perfetto per guardare i lemuri del bambino, così come le megattere in Ile Sainte-Marie, e gli amanti del birdwatching vorranno rimanere in giro fino ad agosto e settembre per apprezzare l'abbondanza di specie endemiche e migratorie. I famosi lemuri del Madagascar nascono nel mese di ottobre e una visita ai parchi nazionali, come Isalo, consente di vedere queste creature da vicino, soprattutto ora che è più fresco nel sud-ovest. Le temperature cominciano a salire nel sud-ovest durante novembre e dicembre con piogge che tornano a Antananarivo, gli altipiani centrali e il nord del Madagascar. Dicembre è sicuramente il periodo migliore per visitare il Madagascar se siete appassionati di... spiaggia. L'aeroporto Ivato (TNR) della capitale Antanarivo non è raggiungibile con voli diretti dall'Italia. Una quindicina di aeroporti malgasci offrono collegamenti internazionali. Le principali strutture sono l'aeroporto della capitale Antananarivo, quello di Nosy Be-Fascene e l’aeroporto di Sainte Marie. La compagnia di bandiera del paese è l’Air Madagascar. Gli hub più importanti per i voli verso il Madagascar sono Johannesburg, in Sudafrica e Nairobi, in Kenya.

L

Come muoversi in Madagascar. La compagnia aerea Air Madagascar serve numerose destinazioni in tutto il Paese. Oltre alle grandi città, sono serviti anche un sacco di piccoli borghi. I passeggeri che arrivano in Madagascar su un volo di lungo raggio di Air Madagascar possono beneficiare di riduzioni dell'ordine del 50% sui voli interni della società. Ci sono quattro linee ferroviarie in Madagascar: Antananarivo-Ambatondrazaka via Moramanga; Antananarivo-Antsirabe; Fianarantsoa-Manakara tre volte a settimana per entrambe le direzioni; Antananarivo-Toamasina: la gente può viaggiare tra Moramanga e Tomasina circa due volte a settimana. Risalendo la rete ferroviaria al periodo coloniale, i guasti sono frequenti a causa della cattiva manutenzione, e una linea può essere chiusa per diverse settimane. Il treno non è il mezzo più veloce e più comodo di viaggiare, ma consente di ammirare i magnifici paesaggi (in particolare sulla linea che collega Fianarantsoa a Manakara) e scoprire i frutti malgasci e piatti offerti a ogni fermata. Girare su strada è l'unico modo economico per andare in giro, ma le strade del Madagascar sono quasi tutte di molto basso livello: costellate di buche e sono pantani nella stagione delle piogge. Sappiate che i viaggi su strada quasi sempre prendono molto più tempo di quanto ci si aspetterebbe. Noleggiare un veicolo 4WD può ridurre questo problema, ma il costo sarà più alto ma ancora molto redditizio se non si viaggia da soli e si è in grado di dividere il canone di noleggio tra i membri del vostro gruppo (il noleggio di un 4WD con autista costa circa 50 euro / giorno / auto escluso benzina). A causa delle cattive condizioni delle strade molte compagnie noleggiano l'auto solo se si utilizza uno dei loro conducenti. Nella maggior parte dei casi, il conducente può agire come guida e traduttore pure. Il taxi-brousse è il modo in cui la maggior parte dei nativi viaggiano in tutto il paese: è di gran lunga il modo più economico per viaggiare, ma non aspettatevi di lasciare o arrivare in tempo. In effetti, i piloti aspettano che i 15 sediolini dei loro piccoli autobus siano pieni prima di partire, quindi un paio d'ore di ritardo non sono mai esclusi! Il Madagascar è un luogo ideale per un giro in bici. In alcune zone rurali del Madagascar, la Charette, un carrello di legno trainato da una coppia di bestiame zebù, è la forma più comune di trasporto. Le tariffe sono del tutto negoziabili. Il colorato pousse-pousse (risciò) è un modo popolare per andare in giro in alcune città. Le tariffe variano tra AR500 e Ar2000 per un giro, a seconda della distanza.


Documenti, Moneta, Telefono, etc.  Per recarsi in Madagascar per un soggiorno massimo di 3 mesi è sufficiente essere muniti di un passaporto con validità residua di almeno 6 mesi, ed avere un visto turistico, che costa di meno per i soggiorni fino a un massimo di 30 giorni. Portatevi anche due moduli ufficiali dell'Ambasciata del Madagascar, la fotocopia del biglietto aereo A/R o una certificazione di avvenuta prenotazione da parte di un tour operator, nonché 2 foto di identità. Per i soggiorni inferiori a 1 mese è possibile ottenere il visto all'aeroporto di arrivo, ma vi costerà di più. La vaccinazione contro la febbre gialla è obbligatoria nel caso in cui abbiate fatto scalo in Africa Orientale, ma è in ogni caso raccomandabile. La moneta ufficiale utilizzata è il l'Ariary, che dal 2004 ha preso il posto del franco malgascio, pertanto gli eventuali prelievi agli sportelli Bancomat forniranno, ovviamente, contante in tale valuta. Le carte di credito sono accettate in alcuni hotel e negozi, mentre le banche (che sono assenti nelle città di media importanza, per cui cambiate contanti all'arrivo) sono aperte dal lunedì al venerdì con orario continuato 8-15, mentre il sabato sono chiuse. Per telefonare dal Madagascar in Italia bisogna comporre +0039 seguito dal numero che si desidera chiamare, mentre per telefonare dall'Italia in Madagascar bisogna digitare +00261 seguito dal numero telefonico (preceduto dal prefisso regionale) senza lo "0" iniziale. Per chiamare in Italia, risulta conveniente usare una scheda telefonica prepagata, acquistabile presso un qualsiasi tabaccaio. Non vi sono problemi ad usare il cellulare, purché il telefonino sia abilitato dal vostro gestore telefonico al roaming internazionale, ma le tariffe sono care. Ci sono diversi Internet point ie Internet café in Madagascar, specialmente a Tana ma anche nel resto del Paese. La velocità di connessione è generalmente bassa ma i prezzi sono estremamente accessibili. Il voltaggio della corrente in Madagascar è 220 V, e le prese di corrente sono compatibili con le spine italiane per cui non occorre un adattatore, mentre la differenza di fuso orario con l'Italia è di +2 ore. 




3- Dove mangiare e dormire
L

Consigli per i pasti. A prima vista, la cucina del Madagascar può apparire abbastanza noiosa. Tradizionalmente, i malgasci mangiano un grande tumulo di riso, e fa impallidire la piccola porzione di accompagnamento di carne, verdure e salsa. Gli stabilimenti turistici tendono a servire i pasti con il rapporto riso-accompagnamento capovolto. Questi piatti tendono ad avere una influenza francese e patatine fritte sono spesso offerte al posto di riso. Le bistecche zebù (manzo) sono di solito eccellenti e più comunemente servite con una deliziosa salsa cremosa al pepe verde. Sulla costa, i frutti di mare predominano, naturalmente, tra cui tutti i tipi di pesce, così come aragoste e crostacei. La pizza è popolare in tutto il mondo. Molte città hanno ristoranti cinesi a basso costo, che di solito sono affidabili e popolari tra i viaggiatori indipendenti. Si noti che gli alberghi più isolati tendono ad offrire un menu o una scelta molto limitata per i loro ospiti. Anche i ristoranti con un apparentemente ampio menù possono avere un numero piuttosto ristretto di piatti disponibili al di fuori dell'alta stagione turistica. I vegetariani possono solitamente essere ospitati senza troppo rumore, anche se non ci sono piatti vegetariani esplicitamente elencati nel menu. I viaggiatori con esigenze dietetiche più insolite, come una allergia alle arachidi, farebbero bene a scoprire le parole malgascie e francese per dire o scrivere quello che non possono mangiare, in modo che le loro esigenze possano essere comunicate in modo inequivocabile a camerieri e cuochi. Gli spuntini di strada sono fette di cocco e arachidi in una noce di cocco o caramelle con rivestimento dolce. Se si individua un uomo con una teca di vetro in testa, sta probabilmente vendendo Koba (banane, arachidi e riso, ridotti in pasta, avvolto in una foglia di banana e servito a fette), sambos (samosa) o nems (involtini primavera). La mancia non è proprio abituale tra i malgasci, ma è sempre più normale nei luoghi turistici. Nei ristoranti, circa il 5% sarebbe un sacco.

L

Assaggiando la cucina del Madagascar. La cucina malgascia fonde le influenze della lingua araba, cinese, francese, africana e delle culture indiane presenti in Madagascar. Naturalmente, ci sono variazioni regionali - ogni zona ha molto diverse verdure, frutta e pesce disponibili e ingredienti per ricette locali. Purtroppo, il cibo più affascinante in Madagascar può essere scoperto solo nelle case locali. Quando siete sul posto, cercare di guadagnare un invito a una casa malgascia per assaggiare un pasto tradizionale per socializzare con amici cuochi locali, se il vostro soggiorno sarà abbastanza a lungo per permettervelo. Consolatevi, se ciò non fosse possibile, con i ristoranti del paese, che servono piatti eccellenti. Come accade nella maggior parte del territorio africano, i pasti in Madagascar sono composti da meno carne, più cereali integrali e fagioli, e tanti tanti tanti altri prodotti come frutta e verdura fresca dei piatti occidentali. Alcune delle specialità della cucina malgascia: Romazava (un tipo di stufato di manzo); Ravitoto (maiale servito con foglie di manioca tagliuzzate); Varanga (scaglie di manzo fritto); Sesika (una specie di pollame al sangue e salsiccia); Vorivorin-kena (trippa di manzo); Smalona (anguille ripiene); Khimo (carne macinata al curry popolare in Majunga); Kabaro (fagioli con curry o di cocco, una specialità a Morondava). La cucina malgascia di solito non è particolarmente calda e speziato, ma una salsa chiamata Sakay al gusto di peperoncino  (in entrambe le forme rosso e verde) è sempre a disposizione per ravvivare qualsiasi piatto. Alcune bevande regionali: Ranovola (acqua di riso bruciato, fatta da acqua bollente nella pentola in cui il riso è appena stato cucinato); Birra Tre cavalli o THB (lager disponibile in bottiglie, lattine); Vino malgascio (prodotto da sette vigneti, ed è di solito di una qualità media di vino da tavola, ma è prodotto in rosso, bianco, rosato e tipi di grigio); Litchel (un aperitivo a base di litchi); Rhum arrangé (rum aromatizzato fatto in casa disponibile in grande varietà - prodotto con vari frutti e spezie).

L

Consigli sul pernottamento. C'è l'imbarazzo della scelta quando si tratta di scegliere un hotel in Madagascar, in particolare nella capitale Antananarivo e nelle cittadine di Nossi Be, Toamasina, Majunga, Ifaty e Tamatave. Le iniziative turistiche in corso continuano ad aggiungere un numero crescente di strutture con standard internazionali a prezzi moderati nei maggiori centri. Tuttavia, è certamente possibile soggiornare in alberghi economici (circa 10 euro a notte), nelle città. Al di fuori delle grandi città, gli alberghi sono molto più semplici con rustici alloggi che sono la norma. I turisti con budget ridotti potrebbe voler pensare di fermarsi in un B & B. Anche in questo caso, la maggioranza si troveranno ad Antananarivo e in altre grandi città. Molti operatori turistici offrono viaggi in Madagascar che includono un elemento di campeggio esterno, come parte del pacchetto. Se si desidera campeggiare in modo indipendente, tutti i parchi nazionali hanno campeggi dove si può piantare la tenda e alcuni hanno anche dormitori e bungalow al di fuori, ma nelle vicinanze del parco. La maggior parte hanno condiviso bagno e servizi igienici. Alcune parti del Madagascar hanno posti migliori dove stare di altri. Le principali mete turistiche sono Antananarivo, Nosy Be e Toamasino e hanno un certo numero di strutture di lusso e standard con buone complessi in stile resort e hotel di lusso. Gli hotel sono classificati da 1 a 5 stelle, a seconda delle strutture. Tutti i tipi di alloggi sono disponibili in Madagascar, ma i posti ordinari sono squallide, squallidi e decadenti, con bagni in comune; il pericolo nascosto è che questi alberghi più economici normalmente raddoppiano gli introiti come bordelli. Gli alberghi più grandi, migliori e più esclusivi sono anche più puliti e più sicuri. Sistemazioni in stile europeo, non sono comune al di fuori delle grandi città ed i viaggiatori diretti verso le parti meno frequentate del paese dovrebbe essere pronti a tutto

L




4- Alcune mete consigliate
L

Ile Sainte Marie. L'Ile Sainte Marie è un'isola molto lunga (57 km), sottile, lussureggiante, e relativamente piatta isola circondata da spiagge e dalla barriera corallina, e "macchiata" con i villaggi di paglia. Si trova al largo della costa orientale del Madagascar. Conosciuta dai più come Nosy Boraha, questa piccola isola sulla costa orientale della Grande Isola Rossa era il centro della pirateria nell'Oceano Indiano. Corsari famosi come William Kidd o Thomas White hanno fatto dell'Ile Ste-Marie il loro quartier generale a causa della sua vegetazione che facilitava il nascondersi e delle lagune difficili da navigare. Tuttavia, la presenza sull'isola di baie e insenature hanno protetto l'isola dai pirati nel corso dei secoli 17° e 18°, e relitti di varie navi pirata possono ancora essere visti dalle acque poco profonde della Baia dei Forbans. Oggi l'isola è una delle principali attrazioni turistiche del Madagascar. Le ancora limpide acque delle baie dell'isola ne fanno luoghi ideali per lo snorkeling. Megattere in migrazione visitano le acque dell'isola durante l'estate e l'inizio dell'autunno. Al giorno d'oggi questo antico rifugio dei pirati è il miglior posto per il whale-watching del Madagascar (la cui stagione va da luglio a settembre, mentre da dicembre a marzo è la stagione dei cicloni), e un luogo ideale per gli sport acquatici come il surf, le immersioni e la pesca. Île Ste-Marie è anche famosa per le sue bellissime spiagge di sabbia bianca. Il porto di Ambodifotatra, ad un quarto della strada lungo la costa occidentale, è l'unica città di dimensioni ragguardevoli. A sud di qui, la riva è fiancheggiata da una grande varietà di hotel e resort, e si conclude con la piccola isola di Île aux Nattes, un paradiso tropicale da cartolina, dove si può facilmente immaginare che i pirati venivano a riva con il tesoro al seguito. Al contrario, la metà superiore del isola è abbastanza selvaggia, e la sua grande lunghezza significa che vi è molto spazio per l'esplorazione. C'è una fantastica avventura da vivere attraverso i villaggi remoti e lungo il bellissimo litorale paradisiaco, che culmina nelle piscine naturali sulla punta settentrionale dell'isola.

 

Antananarivo. Antananarivo, soprannominata Tana, è la città più grande e la capitale del Madagascar. La città è quello che ci si aspetterebbe da qualsiasi capitale: vivace, e con i soliti problemi di traffico e di inquinamento. Essa ha un interessante set-up, in costruzione su tre diversi livelli (centro città, città intermedia e superiore). Il livello superiore ha posti come Le Rova (il palazzo della regina) e il Palazzo del primo ministro, che vale la pena di visitare. Il primo è un imponente edificio che ha usato per essere la sede della famiglia reale Merina, seduto in cima alle colline da cui è possibile ottenere buone viste della città. Il Palazzo della Regina ad Antananarivo è stato costruito per la regina Ranavalona nel 17° secolo. Lei è stata indicata come la "Sanguinaria Maria del Madagascar", a causa della malvagità con cui ha punito i missionari e giustiziato i propri sudditi. Il palazzo stesso, conosciuto localmente come Manjakamiadana, è il più grande di diversi edifici del complesso reale, anche se gran parte di essa è bruciato nel 1995 dopo un incendio accidentale. Gran parte della facciata in pietra è stata restaurata, mentre diversi manufatti reali salvati dal fuoco sono alloggiati all'interno. Altre Attrazioni da livelli superiori includono la cattedrale, mentre nel centro la Avenue de l'Indépendence merita una visita se si vuole fare un po' di shopping di souvenir (ad esempio, per i gioielli), e mescolarsi con la gente del posto. La capitale del Madagascar è anche il tipo di posto in cui si trovano molti mendicanti e venditori ambulanti. Preparati prima di avventurarvi fuori a un attacco costante di bambini piccoli che vi corrono dietro chiedendo soldi o cibo. Attenti anche ai borseggiatori e date sempre un'occhiata ai bagagli. Ristoranti e bar abbondano, anche l'onnipresente 'Baobab' e negozi di abbigliamento 'Maki'. Lago Anosy con i suoi alberi di jacaranda è una zona molto panoramica che è buona per una passeggiata informale nei dintorni. Fuori città si trova la residenza reale di Ambohimanga, che pur non essendo esattamente curata merita una visita per conoscere meglio la cultura e la storia malgascia. Assicuratevi di avere una guida.


I Parchi di Isalo e Ranomafana. Il Parco Nazionale Isalo è notevole per il suo variegato terreno. Sito nella regione centrale del sud del Madagascar, il parco comprende aree di pascoli, ripidi canyon e formazioni di arenaria, il tutto punteggiato da stagni occasionali fiancheggiati da palme. Fondato nel 1962, il Parco si trova a circa 700 km a sud ovest di Antananarivo ed anche se la fauna selvatica non è qui come prominente come in altri parchi del paese, ci sono ancora un paio di specie che vale la pena di guardare: lemuri catta, lemuri sifaka marroni, e 14 notturni che si nascondono in una fitta vegetazione lungo i torrenti. Il parco ospita anche circa 80 specie di uccelli, 35 di rettili e numerose rane endemiche. La flora è davvero più interessante che la fauna. Ci sono diverse piante locali endemiche tra le specie 500 che si trovano all'interno del parco, come il piede di elefante e alcune palme rare e specie di aloe. Come in molti dei parchi nazionali del paese, sono necessarie guide. Tour possono essere organizzati per durare il più breve diverse ore, fino a diversi giorni. Il Parco Nazionale Ranomafana, sito nella regione del sud-est del Madagascar nei pressi del villaggio di Ranomafana, è uno dei parchi più famosi e spettacolari della nazione. La parte orientale del parco è la più scenografica, con numerosi corsi d'acqua e spruzzi tra colline fitte foreste. Il parco ospita il lemure bambù dorato, un animale in via di estinzione la cui dieta comprende germogli di bambù che contengono dosi di cianuro che sarebbero letali per gli altri animali. Ci sono 5 circuiti diversi, al fine di esplorare questo meraviglioso parco. I trekking più brevi sono anche quelli più popolari e affollati. Circuito Varibolomena: facile trekking di 4 ore, con una buona possibilità di avvistare lemuri di bambù nella foresta e visita di una bella cascata. Può anche essere fatto di notte alla scoperta di rettili e rane. Circuito Sahamalaotra: 10 km di trekking attraverso la foresta alla ricerca di lemuri e uccelli. Circuito Vohiparara: 2 giorni di trekking  (20 km su e giù) per avvistare lemuri, uccelli e altri animali, e la visita di un lago sacro. Circuito Varijatsy: 1 o 2 giorni trekking (15 km di percorso accidentato) attraverso la foresta primaria alla ricerca di lemuri e uccelli e passando da una cascata e una piscina naturale dove è possibile fare il bagno. Circuito Soarano: 2 o 3 giorni trekking duro (almeno 20 km) attraverso la foresta primaria scoperta di piante interessanti e alla ricerca di lemuri e altri animali. C'è anche una visita culturale a un paio di villaggi tradizionali Tanala nel mezzo della foresta.

l

Homepage del sito "A SPASSO PER IL MONDO"

Corsica
Ibiza
Canarie
Palma di Maiorca
Formentera Creta
Santorini

Mykonos
Zanzibar
Madagascar
Capo Verde
Mauritius Seychelles
Bali

Sri Lanka
Hong Kong
Haiti
Bahamas Maldive Hawaii
Figi


Previsioni Meteo
Mappe satellitari
Calcolo itinerario
Situazione traffico Prenotazioni varie Informazioni utili
Foto e webcam

l

         Scarica subito da qui il nuovo libro  
"VOLARE FACILE
"
 

Il libro per avere in pochi minuti un quadro completo e dettagliato
  di come risparmiare sui biglietti aerei e difendersi dai possibili problemi.


(162 pagine, 56 figure a colori)




RISPARMIA CENTINAIA DI EURO CON L'AIUTO DI QUESTA GUIDA!

Vai alla pagina con la descrizione e l'indice del libro cliccando qui





Scarica subito da qui il software  
"CONSUMI AUTO 1.0" 

Per abbattere la tua spesa di carburante e scoprire come si può viaggiare
in auto per andare in vacanza, ma spendendo meno conti alla mano.



L


  HOME Termini e Condizioni  |   Contatti


"A spasso per il... Madagascar"
ti consente di risparmiare prenotando da qui la tua auto per il viaggio con

 

 
Interplanet, agente generale Hertz, ti offre le migliori tariffe di noleggio auto e una vasta gamma di veicoli tra cui minivan, cabrio e fuoristrada in tutto il mondo.

Per procedere alla prenotazione clicca qui o su "Prenota adesso"
 
Ultime Offerte

Affrettati e prenota in anticipo l’auto della flotta Hertz che desideri per le tue vacanze!
   
Avrai la tranquillità di trovare il veicolo che desideri al tuo arrivo.
Le tariffe vanno prepagate al momento della prenotazione e garantiscono un ampio risparmio.
È possibile cambiare la prenotazione in qualsiasi momento senza alcun costo aggiuntivo.
Le prenotazioni possono essere annullate entro 7 giorni senza penale contattando Interplanet GSA al numero 199.118855 oppure 02.67073195.
   
 

Regno Unito

Francia

 

Spagna

 

Stati Uniti

 

Italia

 

MIGLIORI
                                                          TARIFFE

Per maggiori informazioni fai riferimento ai Termini e Condizioni allegate.
 
 
 
VIVI IL TUO SOGNO DI VIAGGIO

Scegli tra i veicoli esclusivi della flotta FUN o PRESTIGE.
 

 
Le "migliori tariffe" sono calcolate sulla base delle tariffe standard prepagate Hertz per l'auto di categoria più piccola per 7 giorni in questo mese e sono disponibili solo presso determinate agenzie all'interno del paese indicato. I prezzi indicati sono da intendersi al giorno e sono soggetti a modifiche senza preavviso.
 
 
Questo servizio è offerto da
INTERPLANET SRL - Viale della Liberazione, 18 20124 - MILANO - ITALIA per conto di Hertz Europe Ltd
 

l

Attenzione!  L'autore, per ragioni di tempo, non può rispondere a eventuali richieste di informazioni supplementari o di chiarHomepageimenti relativi agli argomenti trattati in questo sito. Inoltre non si assume alcuna responsabilità riguardo le informazioni fornite, pur avendo posto la massima cura possibile nel verificarle. Sono invece ben accette tutte le segnalazioni di eventuali errori, delle quali ringrazia in anticipo.

                                                                       Copyright © 2019 Mario Menichella. Tutti i diritti sono riservati.