A spasso per... SantoriniHomepage


1 - Cosa vedere
       Le località principali
       Le bellezze naturali
       Le altre attrazioni 

2 - Informazioni utili
       Quando e come andare
       Come muoversi a Santorini
       Documenti, Moneta, Telefono, etc.

3 - Dove mangiare e dormire
       Consigli per i pasti
       Assaggiando la cucina greca
       Consigli per il pernottamento

4 - Alcune mete consigliate
       Fira
       Oia
       Akrotiri

L



"L'
isola di Santorini, o Thera, è impressionante quando si naviga attraverso la sua enorme caldera con le pareti a strapiombo alte fino a 400 metri, ed affascina i visitatori con il suo paesaggio unico, i caratteristici villaggi e gli antichi siti archeologici."


1- Cosa vedere: idee per un itinerario

Le località principali. L'isola greca di Santorini è la più meridionale dell'arcipelago delle Cicladi, nel mare Egeo, ed è la maggiore delle 12 isole dell'omonimo arcipelago. Gli abitanti del posto ritengono che l'isola sia il luogo della città perduta di Atlantide e, indipendentemente da se questo sia vero o no, è certamente un posto vicino al paradiso, con le città appollaiate sul bordo del vulcano spento, le strade di marmo bianco e gli splendidi tramonti. Santorini assunse l'attuale aspetto quando un'esplosione vulcanica distrusse il centro dell'isola circa 3600 anni fa. L'eruzione del vulcano provocò dapprima una pioggia di pomici e ceneri, poi piovvero massi più grossi e infine la caratteristica pomice rosa che ha reso celebre l'isola. Sulla caldera - cioè il cratere del vulcano ormai in gran parte riempito dal mare - ora si affacciano in cima alla scogliera i bianchi insediamenti di Fira (la capitale) e Oia, due posti ideali principalmente per coppie in fughe romantiche, e quindi popolari mete di nozze e luna di miele. Le compagnie di crociera offrono una gamma di escursioni tra cui quella ad Oia, nota per la sua tipica architettura cicladica ed i tramonti indimenticabili, e le piccole isole carbonizzate dalla caldera, note per le loro fanghi vulcanici terapeutici. Capitale di Santorini prima che Firá lo diventasse nel 1800, la piccola Pyrgos è costituita da case bianche delle Cicladi costruite attorno alle rovine di un castello medievale sulla collina. In precedenza una sonnolenta cittadina tdimenticata, Pyrgos ha, dal 2004, iniziato a soddisfare il turismo con l'apertura di diversi piccoli ristoranti chic e boutique hotel. Lo troverete nel centro dell'isola, a otto chilometri a sud est di Firá. Un'altra località dell'isola è Imerovigli, vicino a Fira, la quale è conosciuta per il suo panorama. Il punto più alto dell'isola è il monte Profitis Illas a 567 m. È un piccolo vulcano con una piccola caldera. Il paesaggio unico di Santorini è meglio apprezzato dall'acqua. Così dividete i costi con i vostri compagni di viaggio e noleggiate un catamarano di lusso o almeno una barca: il tour vi rivelerà formazioni rocciose multicolori, splendide spiagge private e una vista incredibile delle città bianche arroccate sulla caldera.

L

Le bellezze naturali. La spiaggia più conosciuta e più famosa di Santorini è la spiaggia di Perissa, che si trova a circa 12 km da Fira sulla costa sud-est, tra i villaggi di Perissa e Perivolos. Per sei chilometri un lungo tratto di finissima sabbia nera vulcanica è circondata da tamerici e dominata da una serie di taverne di pesce e caffetterie. Ci sono lettini e ombrelloni in affitto, oltre a strutture per sport acquatici. La spiaggia di Kamari è invece una spiaggia di ghiaia nera incorniciata dalle scogliere frastagliate di Mesa Vouno ed i Monti del Profeta Elia. Il suo lungomare offre una pletora di ristoranti e negozi. Troverete ristoranti con un'autentica cucina locale in un ambiente affascinante a pochi passi dalla spiaggia. Formata dalla massiccia esplosione vulcanica che distrusse il centro dell'isola circa 3.600 anni fa, la caldera è il cratere vulcanico ormai in gran parte riempito dal mare. Misura 12 chilometri per sette chilometri, ed è ancora patria di attività vulcanica; nel suo centro si ergono le due isolette disabitate Kaimeni - Palea Kameni e Nea Kameni - con sorgenti termali ed emissioni di gas. Varie agenzie offrono escursioni di un giorno della caldera in barca, compreso il tempo per fare il bagno nelle sorgenti calde e poi pranzare in Thirassia, una piccola isola sul lato ovest della caldera e che offre splendide vedute di Santorini dal mare. Dalla caldera infatti si assiste, nell’ora del tramonto, ad uno degli spettacoli più belli della natura: il sole che inabissandosi nel mare con pennellate di colore, crea un gioco cromatico sempre diverso. Il villaggio di Oia, nella parte nord di Santorini a 11 km da Fira, situato sulla vetta di un impressionante dirupo, offre una vista spettacolare della caldera e dei tre isolotti. Da Pyrgos, una strada corre verso la vetta del Monte Profitis Ilias (584 metri), il punto più alto di Santorini, che offre una bellissima vista su tutta l'isola e fuori attraverso il mare. Qui si trova il Monastero di Profitis Ilias, che è aperto al pubblico. Al suo interno, si può vedere la chiesa e il museo dove sono esposte la mitra e il pastorale del patriarca Gregorio V, impiccato a Costantinopoli da parte dei Turchi nel 1821. Interessanti sono anche la biblioteca, gli archivi monastici, e la cucina

L

Le altre attrazioni. Una delle principali attrazioni di Santorini è il sito archeologico di Akrotiri, vicino al villaggio di moderno Akrotiri, a 12 chilometri a sud ovest di Fira. L'antico insediamento di Akrotiri è stato sepolto sotto la lava dopo il 16° secolo a.C., a seguito dell'esplosione vulcanica che ha creato la caldera. Gli scavi hanno dimostrato che Santorini era un'isola florida e prospera prima dell'eruzione e probabilmente animata dai trasporti e dal commercio. Le sue connessioni con il Nord Africa possono essere dedotte dagli affreschi in circolazione (la maggior parte dei quali sono ora al Museo Archeologico Nazionale di Atene) che decorava le sue case. Akrotiri ha riaperto al pubblico nel 2012, dopo diversi anni di chiusura. Nelle vicinanze si trova la famosa spiaggia rossa sotto una spettacolare parete rocciosa rossa. La spiaggia è raggiungibile percorrendo un sentiero dalla città di Akrotiri. Il Museo della Thira Preistorica mostra i reperti del sito archeologico di Akrotiri. Per molte persone, l'attrazione turistica principale del museo è l'affresco Scimmie Blu, ma altre opere antiche in mostra includono statuette in marmo, ceramiche dipinte, strumenti e armi. Lo troverete in un moderno edificio bianco, vicino alla chiesa Mitrópolis del 1950, a Firá. Sulla costa sud-est di Santorini, l'antica Thira risale al IX secolo aC. Potete vedere le rovine dei templi ellenistici e altre strutture, così come le fondamenta di edifici romani e della prima epoca bizantina. I reperti del sito sono visualizzati nel Museo Archeologico di Firà, che si trova vicino alla stazione a monte della funivia a Fira, e che ha reperti archeologici che vanno dal Dorian, ai periodi ellenistico, romano e bizantino. Gli intenditori possono anche visitare, a Pyrgos, la cantina Boutari per una visita guidata e una degustazione di vini: Santorini ha infatti alcuni dei migliori vini bianchi delle isole greche e Boutari è il maggior produttore dell'isola. A Santorini è nata anche la Birra Donkey, fra le più ricercate birre in Grecia, con l'asino in etichetta e tre etichette di tre colori diversi per le tre varietà di birra. Fermatevi al birrificio per un tour veloce e per una deliziosa degustazione dei prodotti  





2- Informazioni utili

Quando e come andare. Il periodo migliore per visitare Santorini è da giugno a settembre. Luglio e agosto sono i mesi più affollati. Se siete più interessati a visitare, escursioni, e una splendida vista poi maggio e ottobre sono ottimi mesi per visitarla. Il periodo più caldo delle isole greche è infatti tra giugno e settembre, quando c'è il sole, caldo e l'acqua è perfetta per nuotare. Nuotare in maggio e ottobre è spesso possibile, ma non può essere garantito. Se siete in visita a Santorini di più per i luoghi, panorami, cantine, e il cibo quindi non avete bisogno di caldo, così i mesi di aprile, maggio, ottobre, e inizio novembre (così come giugno a settembre) sono volte buoni per visitare le attrazioni turistiche. Se siete in Grecia per la vita notturna, l'alta Stagione (da fine giugno a inizio settembre) è il periodo più adatto. Febbraio è il mese più freddo di Santorini. (media Temperatura massima: 14 °C). A marzo c'è meno pioggia, più sole e temperature più calde. Questo può essere un momento piacevole da visitare per gli escursionisti e turisti, ma i visitatori dovrebbero essere preparati per un po' di pioggia e notti fredde. Aprile è un grande mese per escursioni, visite guidate, e per visitare le aziende vinicole (Media Temperatura massima: 19 °C). Maggio è il mese in cui le località balneari si iniziano ad aprire (Media Temperatura massima: 22 °C). Insieme con luglio, agosto è il mese più trafficato di Santorini. Prenotate le camere con almeno 3 mesi di anticipo per le visite di luglio - in particolare per gli hotel di lusso. (Media Temperatura massima: 27 °C. Settembre è caldo e soleggiato. Il clima è simile a giugno, ma l'acqua tende ad essere più calda, per cui è il mese migliore per visitare Santorini. Gli hotel sono ancora molto occupati e possono essere prenotati con mesi di anticipo (Media Temperatura massima: 25 °C). Si può arrivare a Santorini in aereo o in nave, tramite gli aliscafi od i traghetti che partono dal Pireo, il porto di Atene. Al porto di Athinios possono accedere anche le auto mentre il vecchio porto di Fira è solo pedonale. L'aeroporto di Santorini è collegato con quelli di Atene, Salonicco e Creta e raggiunto anche da voli charter dall'Italia.

L

Come muoversi a Santorini. Muoversi sull'isola di Santorini è incredibilmente facile. Ci sono un certo numero di modi per girare l'isola: dai mezzi pubblici alle auto a noleggio. Gli autobus sono il modo più economico per girare l'isola e si fermano in tutti i principali punti di interesse. Tutti gli autobus attraversano la stazione principale, Thira (Fira) e per raggiungere diverse destinazioni sull'isola. Se avete intenzione di raggiungere diverse parti dell'isola che non sono Fira, è necessario cambiare autobus a Fira. Esempio: per andare da Perissa a Oia, si deve andare da Perissa a Fira e poi cambiare autobus per andare da Fira a OiaOgni linea di bus ha un prezzo diverso fino a 3 € per sola andata. Quando si entra nell'autobus, trovate un posto, e poi quando l'autobus è in movimento, un addetto arriverà intorno, raccoglierà il vostro denaro e vi darà un biglietto. Non perdetelo dato che i controllori a volte salgono sugli autobus. L'unico lato negativo di prendere gli autobus (oltre al sovraffollamento) è che essi non vanno alle destinazioni meno viste. Quando si desidera scendere dal bus alla fermata regolare di autobus sulla strada, assicurarsi di richiedere la fermata, poiché i bus non si fermano automaticamente ad ogni fermata. Siate disposti ad aspettare l'autobus per un lungo periodo di tempo, non vi è alcun orario coerente che viene seguito. E' possibile noleggiare una macchina sull'isola di Santorini dalle seguenti società: Budget, Hertz, Sixt, Avis e da un certo numero di società greche di autonoleggi. E' anche possibile prendere un taxi in tutta l'isola, anche se non sono facili da trovare in alta stagione, quindi è meglio per cercare di prenotare in anticipo. Vedrete un certo numero di persone a cavallo intorno all'isola su ATV (All Terrain Vehicle, meglio noti come quad). Il costo del noleggio potrà variare da € 15- € 75 / giorno (a seconda della stagione), quindi la cosa migliore da fare è di controllare in giro. Santorini è molto collinosa e molte persone hanno fatto incidenti guidando ATV sull'isola, per cui dovete essere estremamente cauti se decidete di affittare uno. Nonostante i possibili pericoli di un ATV, un vantaggio di averne uno è che si può arrivare in zone dell'isola che molti turisti non vedranno mai.


Documenti, Moneta, Telefono, etc.  Poiché la Grecia fa parte dell'Unione Europea, grazie alla normativa Schengen non vi sono controlli di frontiera e per recarsi in questo Paese per un soggiorno massimo di 3 mesi è sufficiente essere muniti di una carta d'identità o di un passaporto in corso di validità. Assicuratevi che i bambini che viaggiano con voi abbiano ciascuno la propria carta d’identità o il proprio passaporto o che siano iscritti sul vostro, in modo che possano essere identificati in caso di necessità. Portando con voi la tessera sanitaria, in caso di necessità sarete curati gratuitamente dal locale Servizio Sanitario, o meglio, pagherete ma potete essere poi rimborsati. Poiché la Grecia fa parte dell'area Euro, la moneta ufficiale utilizzata è per l'appunto l'Euro, pertanto potete utilizzare le banconote e le monete italiane. Anche gli eventuali prelievi agli sportelli Bancomat forniranno, ovviamente, contante in tale valuta. Le carte di credito sono accettate quasi ovunque, mentre le banche sono aperte dal lunedì al venerdì con orario 8-14, e nelle isole più piccole l'ufficio postale funge anche da banca. Per telefonare dalla Grecia in Italia bisogna comporre +0039 seguito dal numero che si desidera chiamare, mentre per telefonare dall'Italia in Grecia bisogna digitare +0030 seguito dal numero telefonico senza lo "0" iniziale. Per chiamare in Italia, risulta conveniente usare una scheda telefonica prepagata, acquistabile presso un qualsiasi tabaccaio. Non vi sono problemi ad usare il cellulare, purché il telefonino sia abilitato dal vostro gestore telefonico al roaming internazionale. Per collegarvi a Internet, potete usare gli Internet cafè, che sono piuttosto diffusi anche sulle isole più frequentate. Il voltaggio della corrente in Grecia è 220 V, ed esistono prese con due buchi come le nostre, perciò (solo) se la vostra spina ne richiede tre vi occorre un adattatore a due, mentre il fuso orario è un'ora avanti rispetto all'Italia




3- Dove mangiare e dormire
L

Consigli per i pasti.  Come è tipico del sud del Mediterraneo, i greci mangiano tardi: tipicamente, infatti, vanno in giro alle 22, a volte più tardi nei mesi estivi. La maggior parte dei ristoranti, pertanto, non aprono per la cena fino alle 21. I menu sono sempre apposti davanti all'ingresso e le strutture turistiche possono avere un "imbonitore" all'esterno per invogliare i clienti a mangiare presso il loro ristorante. Le taverne sono il posto adatto per assaggiare il tradizionale pranzo greco. Il cibo è preparato fresco ogni mattina e servito tutto il giorno. I piatti alla griglia, molto popolari, sono fatti su ordinazione, ed il vino locale è servito alla canna. Le taverne di solito non servono dessert o caffè. I ristoranti (estiatória) sono più costosi delle taverne ed i menu comprendono la cucina greca così come quella internazionale. Il vino è venduto e servito in bottiglia, anziché alla canna. Malgrado la varietà di scelte (pure nelle isole maggiori si possono trovare anche ristoranti italiani, cinesi, indiani, etc.), consigliamo comunque di cercare la tradizionale taverna greca con musica dal vivo, canto e ballo greco, e non stupitevi se alla fine vi trovate a ballare sul tavolo. I fast food sono molto popolari in Grecia, e non mi riferisco ai McDonald's, anche se naturalmente ci sono pure questi. I fast food locali possono essere semplicemente una piccola porta che si apre su una strada dove viene servito cibo per asporto, o qualche piccolo locale con pochi tavoli. Il più comune piatto greco servito nei fast food è il gyros, un sandwich fatto di carne di maiale o di agnello speziato servito in fette di pane con pomodori, cipolle e una salsa di panna acida, cetrioli, limone e aglio. In realtà, la maggior parte dei greci considerano il gyros un cibo-spazzatura e non lo mangiano. Molto popolare è anche il souvlaki, che sono dei gustosi spiedini serviti in un piatto e accompagnati da una insalata o da patatine fritte. Negli alberghi greci la prima colazione è solitamente buona, poiché consiste in un buffet che può variare da un semplice pane e marmellata a un vasto assortimento di salumi, yogurt, formaggi, cereali, pane, miele, uova, succhi di frutta e tè o caffé.

L

Assaggiando la cucina greca. La Grecia - di cui Santorini fa parte - è un paese con una cultura diversa e una cucina che ha molto più da offrire che semplicemente le sue spiagge. La cucina greca è molto sviluppata e riflette le sue radici antiche, ma allo stesso tempo ha iniziato a fondersi con le influenze straniere per rispondere alle nuove tendenze. Questo la rende molto interessante da provare ed assai attraente per la maggior parte dei turisti. Il cibo tradizionale in Grecia è mediterraneo, con molte verdure ed erbe nel cibo; inoltre utilizza parecchi ingredienti locali, "riempie" ed è sano. I frutti di mare sono molto popolari. Per i pasti al ristorante, provate in particolare il polipo alla griglia, che è facilmente disponibile, così come l'achinosalata, che sono uova di ricci di mare. Inoltre, poiché il Paese ha un gran numero di volatili da cortile e di animali da latte, abbondano pollo, manzo, maiale, agnello. La gente del posto usa parecchio olio d'oliva, come pure limoni e pomodori. Le insalate greche sono molto sane e vanno bene con tutti i pasti. Questi sono di solito pieni di pomodori, formaggio feta e olive. Altri piatti da provare sono la classica moussaka (fatta di carne tritata, melanzane, patate e besciamella), l'agnello kleftiko (agnello nella creta con formaggio feta, verdure e salsa rossa) e la stifado (carne bovina con cipolle rosse e salsa), solo per citarne alcuni. Pure le costolette di agnello alla griglia sono assai diffuse, così come le patate fritte. Pane e vino, infine, rientrano in tutti i pasti. Un tipico dessert è la baklava, un dolce fatto di strati di sfoglia molto sottile, che è importato dalla Turchia. Assicuratevi di prendere del vino locale. La Grecia è un paese che produce vino da molti secoli, e la maggior parte di questi non sono disponibili sul mercato internazionale, quindi è possibile provarli solo lì. Si dovrebbero inoltre provare prodotti locali come i liquori Ouzo, Raki, Tsikoudia. Il caffè è più leggero del caffè turco, ma è ancora più forte di quello a cui i turisti sono abituati.

L

Consigli sul pernottamento. Santorini potrebbe essere divisa in due parti, la parte occidentale dell'isola e quella orientale. Santorini deve la sua popolarità soprattutto al lato occidentale. Questo è dove si trova la caldera ed i villaggi come Fira e Oia, che sono costruiti sulla scogliera. Su questo lato di Santorini la maggior parte degli alberghi hanno una vista magnifica sulla caldera, sul vulcano, sul mare e sui tramonti. C'è, naturalmente, un inconveniente che occorre tenere a mente prima di effettuare la prenotazione. La maggior parte degli alberghi costruiti sulla caldera hanno molte scale, il che di solito è fastidioso per i turisti che non vogliono salire e scendere per tutto il tempo. Alcuni di loro non accettano minori di 13 anni, perché non offrono servizi per i figli, a causa della loro posizione pericolosa sulla scogliera. Ci sono alberghi che sono appositamente orientati alle coppie ed ai viaggi di nozze. La maggior parte dei resort di lusso di Santorini si trovano sul lato occidentale dell'isola. Si noti che non tutti gli alberghi che si trovano sul lato occidentale offrono un vista dell'isola, dato che alcuni di loro sono in città. Il lato orientale di Santorini assomiglia al resto delle isole greche delle Cicladi. Ci sono molti hotel sulla spiaggia, soprattutto di Kamari, che attirano anche un sacco di turisti, soprattutto i giovani e le famiglie. Questi hotel solitamente offrono camere più grandi e piscine di quelli sull'altro lato dell'isola. Tenete a mente che le tariffe delle camere sono spesso impostate in base alla vista della camera, il che rende le strutture sul lato orientale di Santorini molto più economiche rispetto a quelle sul lato occidentale. Inoltre tenere presente che la prenotare la propria vacanza in anticipo è molto utile, dato che la maggior parte degli alberghi hanno poche camere (di solito non più di 20) e si riempiono rapidamente. Puntate su Oia, sulla costa settentrionale, per i più sofisticati e alla moda alberghi e locali notturni. I villaggi di Akrotiri, Firostefani, Imerovigli, Megalochori e Pyrgos sono tranquillo e bello, e hanno buoni collegamenti con le città più grandi. Poche opzioni di pernottamento di Fira sono a buon mercato. Alcuni bagarini al porto sostengono che le loro camere sono in città, quando sono in realtà molto fuori. Chiedete quindi di vedere una mappa che mostra la posizione esatta

L




4- Alcune mete consigliate
L

Fira. Fira, la capitale di Santorini, è costituita da case bianche cubiche e terrazze, vicoli tortuosi, piazzette e chiese dalle cupole blu arroccati sulla scogliera a 300 metri sopra la caldera. Fira si trova nella parte occidentale dell’isola, a 10 chilometri dal porto principale, e offre un gran numero di hotel, molti dei quali con piscina e splendida vista sul mare. Le navi da crociera arrivano in rada nella caldera ed i passeggeri scendono a terra con le barche a Skala, sotto Fira. Possono poi salire in città con la funivia o a dorso di mulo o per la ripida e tortuosa scalinata (587 scalini). Asini e Santorini vanno insieme come piccioni e Piazza San Marco. Sono parte integrante della scena turismo locale, fornendo ai turisti gite tanto apprezzate su e giù per i 588 gradini che conducono giù al vecchio porto di Fira. Ci sono centinaia di asini e muli allineati lungo la strada. Il costo è di 5 euro a persona solo per l'andata. Si prega di notare che tutti questi asini significa che ci sono escrementi ovunque, quindi si consiglia di guardare dove mettete i piedi. Per i nasi sensibili, c'è la funiclare, che costa lo stesso e richiede circa tre minuti in entrambe le direzioni. La piazza principale di Fira è Theotokopoulou Square ed è intersecata da odos 25-Martiou (via 25 Marzo), la via che sale nella parte alta del paese. Le tortuose strade acciottolate di Fira sono piene di piccoli alberghi, ristoranti e caffè, i più memorabili (e più costosi) dei quali offrono una vista sulla caldera. Fira è l’unico centro di Santorini in cui si può fare vita notturna: gli altri paesi sono più tranquilli, sia di giorno che di sera. I più romantici preferiranno quindi Firostefani, una piccola frazione tranquilla, più a nordA Fira, in un luogo chiamato Kontohori, c'è il Museo del folklore di Santorini, ospitato in tradizionali case-grotta del 1861. Si consiglia di arrivarci a piedi dalla piazza principale di Fira per scoprire la gemma che il Sig. Manolis Lignos ha creato. Con un biglietto di 3 euro si riceve una visita guidata del museo. È la ricreazione di un piccolo villaggio e permette di fare una passeggiata nel passato di Santorini passeggiando tra i vari negozi e case.

 

Oia. Quando pensate a Santorini, che cosa viene in mente? Se immaginate case bianche con le persiane blu, allora state immaginando il bellissimo villaggio di Oia, il più pittoresco dell'isola. Arroccato sul bordo nord-ovest della caldera, Oia è un labirinto di stradine, case-grotta ristrutturate e piazzette. Sulla punta settentrionale di Santorini, a 12 chilometri lungo la costa da Firá, Oia è un perfetto villaggio di case bianche che sembra uscito da un quadro, molte delle quali sono state trasformate in eleganti piccoli boutique hotel con piscine a sfioro, con vista sulla caldera. Questa città era un gruppo di case marinai, ma ora ospita migliaia di turisti ogni anno che vogliono sperimentare la sua vista mozzafiato sull'oceano e prendere le foto di uno dei paesaggi più rappresentativi di tutta la Grecia. Come Firá, Oia vive dal turismo, ma si rivolge ad una clientela di fascia più alta. Nella via principale sono molte le boutique di lusso e i negozi di gioielli. Oia è particolarmente conosciuta per i suoi tramonti mozzafiato, che attirano visitatori da tutta l'isola ogni sera per tutta l'estate. Da Oia si può godere la vista più bella della caldera poiché la baia è chiusa dagli scogli. E' possibile percorrere a piedi tutta la strada da Oia a Fira seguendo un sentiero lungo le alte scogliere sopra la caldera (preventivate una durata di tre ore). A Oia c'è il Museo Navale, che espone molti oggetti della vita marittima della zona, tracciando la storia dell’isola. Inoltre c'è esposta una piccola collezione di libri e i resti di una fortezza veneziana. Molti artisti si sono innamorati con la zona e vi si stabilirono. Per questo motivo, il villaggio di Oia ha molte gallerie d'arte. Il porticciolo di Oia, dove troverete una serie di ristoranti di pesce, è facilmente raggiungibile a piedi percorrendo un ripido ma pittoresco sentiero a zig-zag di circa 300 gradini, e da qui si può arrivare alla minuscola spiaggia di sassi di Ammoudi. Un po’ oltre la spiaggia di Ammoudi si trova la spiaggia di Armeni: piena di scogli, è l’ideale per allungarsi un po’ sul pontile a godere la brezza e praticare lo snorkeling. Con piccole imbarcazioni si può fare un bel giro verso la vicina isola di Thirassia e/o verso altri punti della caldera.


Akrotiri. Gli scavi di Akrotiri hanno scoperto uno dei più importanti insediamenti preistorici del Mar Egeo. Nel 1967, nella località di Akrotiri, gli archeologi - guidati dal professor Spyridon Marinatos sotto gli auspici della Società Archeologica di Atene - riportarono alla luce un'antica città, quasi completamente intatta come Pompei e ricoperta da antiche ceneri. La prima abitazione al luogo risale al Neolitico tardo (almeno 4° millennio a.C.). Nel corso della prima età del bronzo (3° millennio a.C.), un insediamento consistente è stata fondato qui e nel Medio e l'inizio del Tardo Bronzo (circa 20°-17° secolo a.C.) è stato ampliato e gradualmente trasformato in uno dei principali centri urbani e porti di il Mar Egeo. La vita della città è arrivata a una fine improvvisa nell'ultimo quarto del 17° secolo a.C., quando gli abitanti furono costretti ad abbandonarlo a causa di gravi terremoti, in quanto i resti di abitanti non sono mai stati trovati. L'eruzione è seguita. I materiali vulcanici hanno coperto l'intera isola e la città stessa. Questi materiali, tuttavia, hanno protetto fino ad oggi gli edifici e il loro contenuto, proprio come a Pompei. La scoperta fu catalogata come tra le più importanti nella storia dell’archeologia. Diverse case furono portate alla luce e presentavano un sofisticato sistema idraulico, con tanto di bagni e acque correnti che defluivano in un perfetto sistema fognario. Questo sito testimonia una delle prime forme di ingegneria urbana mai scoperte nella storia. Si ritiene che i 40 edifici che sono stati scoperti sono solo un terzo del sito completo e che scavare il resto richiederà probabilmente un secolo. Immagini in formato cartolina di loro sono affisse fuori dalle case in cui sono stati trovate: le antilopi, scimmie e gatti selvatici che ritraggono suggeriscono scambi con l'Egitto. La grande dimensione dell'insediamento (circa 20 ettari), il sistema di drenaggio elaborato, i sofisticati edifici a più piani, con i magnifici affreschi, mobili e vasi, mostrano il grande sviluppo e prosperità. I vari oggetti importati che si trovano negli edifici indicano la vasta rete delle relazioni esterne. Akrotiri era in contatto con Creta, ma comunicava anche con la Grecia continentale, il Dodecaneso, Cipro, Siria ed Egitto.

l

Homepage del sito "A SPASSO PER IL MONDO"

Corsica
Ibiza
Canarie
Palma di Maiorca
Formentera Creta
Santorini

Mykonos
Zanzibar
Madagascar
Capo Verde
Mauritius Seychelles
Bali

Sri Lanka
Hong Kong
Haiti
Bahamas Maldive Hawaii
Figi


Previsioni Meteo
Mappe satellitari
Calcolo itinerario
Situazione traffico Prenotazioni varie Informazioni utili
Foto e webcam

l

         Scarica subito da qui il nuovo libro  
"VOLARE FACILE
"
 

Il libro per avere in pochi minuti un quadro completo e dettagliato
  di come risparmiare sui biglietti aerei e difendersi dai possibili problemi.


(162 pagine, 56 figure a colori)




RISPARMIA CENTINAIA DI EURO CON L'AIUTO DI QUESTA GUIDA!

Vai alla pagina con la descrizione e l'indice del libro cliccando qui





Scarica subito da qui il software  
"CONSUMI AUTO 1.0" 

Per abbattere la tua spesa di carburante e scoprire come si può viaggiare
in auto per andare in vacanza, ma spendendo meno conti alla mano.



L


  HOME Termini e Condizioni  |   Contatti


"A spasso per... Santorini"
ti consente di risparmiare prenotando da qui la tua auto per il viaggio con

 

 
Interplanet, agente generale Hertz, ti offre le migliori tariffe di noleggio auto e una vasta gamma di veicoli tra cui minivan, cabrio e fuoristrada in tutto il mondo.

Per procedere alla prenotazione clicca qui o su "Prenota adesso"
 
Ultime Offerte

Affrettati e prenota in anticipo l’auto della flotta Hertz che desideri per le tue vacanze!
   
Avrai la tranquillità di trovare il veicolo che desideri al tuo arrivo.
Le tariffe vanno prepagate al momento della prenotazione e garantiscono un ampio risparmio.
È possibile cambiare la prenotazione in qualsiasi momento senza alcun costo aggiuntivo.
Le prenotazioni possono essere annullate entro 7 giorni senza penale contattando Interplanet GSA al numero 199.118855 oppure 02.67073195.
   
 

Regno Unito

Francia

 

Spagna

 

Stati Uniti

 

Italia

 

MIGLIORI
                                                          TARIFFE

Per maggiori informazioni fai riferimento ai Termini e Condizioni allegate.
 
 
 
VIVI IL TUO SOGNO DI VIAGGIO

Scegli tra i veicoli esclusivi della flotta FUN o PRESTIGE.
 

 
Le "migliori tariffe" sono calcolate sulla base delle tariffe standard prepagate Hertz per l'auto di categoria più piccola per 7 giorni in questo mese e sono disponibili solo presso determinate agenzie all'interno del paese indicato. I prezzi indicati sono da intendersi al giorno e sono soggetti a modifiche senza preavviso.
 
 
Questo servizio è offerto da
INTERPLANET SRL - Viale della Liberazione, 18 20124 - MILANO - ITALIA per conto di Hertz Europe Ltd
 

l

Attenzione!  L'autore, per ragioni di tempo, non può rispondere a eventuali richieste di informazioni supplementari o di chiarHomepageimenti relativi agli argomenti trattati in questo sito. Inoltre non si assume alcuna responsabilità riguardo le informazioni fornite, pur avendo posto la massima cura possibile nel verificarle. Sono invece ben accette tutte le segnalazioni di eventuali errori, delle quali ringrazia in anticipo.

                                                                       Copyright © 2019 Mario Menichella. Tutti i diritti sono riservati.